Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

A 20 anni dalla inaugurazione – – S.E. Mons. Vincenzo Rimedio – Vescovo emerito – e Suor Maria Mandrino, premiati per aver realizzato la Casa del sacerdote-

L’accoglienza e la solidarietà tra gli obiettivi centrali di questa importante struttura fortemente voluta dal Vescovo emerito, Mons. Rimedio-
416 0
A 20 anni dalla inaugurazione – – S.E. Mons. Vincenzo Rimedio – Vescovo emerito – e Suor  Maria Mandrino, premiati per aver realizzato la Casa del sacerdote-

Esattamente diciannove anni fa, ed in questo stesso giorno, la Diocesi e la Città tutta di Lamezia si arricchivano di un’opera che è densa di significati e foriera di ricche ed arricchenti iniziative nel cammino pastorale di una Chiesa in cammino alla guida del suo Pastore del tempo, S.E. Monsignor Vincenzo Rimedio, che la stessa popolazione locale e diocesana avevano dimostrato di amare per il suo fare collaborativo, per il suo amore per i cittadini tutti, per la passione attraverso la quale si edificava dal vivo, quasi minuto per minuto, la Chiesa di Dio che è in Lamezia.

Correva l’anno 2000, il giorno 21 del mese di ottobre, quando l’amato presule inaugurava la Casa del Sacerdote, una struttura importante al centro della città, a pochi passi dalla Cattedrale, sorta nell’intento di dare ospitalità a quei sacerdoti che ne avrebbero avuto bisogno per sopperire alle loro esigenze dovute alla malattia o all’incalzare dell’età. Era, questo, uno degli obiettivi fra i tanti che si appuntava tra le agende e tra le carte varie, lui che era tanto premuroso nello  stare tra gli altri presbiteri come un padre buono, saggio e misericordioso. Era quanto mi ripeteva, di tanto in tanto, quando riuscivamo a stare insieme nella sua abitazione vescovile o in qualche viaggio in una delle parrocchie del luogo.

La struttura si vanta della preziosa collaborazione di suor  Maria Mandrino, appartenente alla Congregazione delle Figlie della Carità del Preziosissimo Sangue, Fondata da Tommaso Fusco, che qui a Lamezia fondò l’Istituto  gestito dalle suore, avendo di mira l’educazione  dei bambini della scuola Primaria; impegno non comune ma che lascia un segno  della sua forte testimonianza cristiana e sociale.

Lunedì prossimo, quindi, presso la Casa del sacerdote in via Misiani sarà posta a ricordo una targa marmorea che perennemente e meritatamente se ne darà testimonianza : il vescovo Vincenzo Rimedio, ideatore della struttura, e Madre Marina Mandrino.

A questa manifestazione parteciperà anche il Vescovo attuale, S.E. Monsignor Giuseppe Schillaci ; e sarà presente anche il successivo martedì , per  la presentazione – alle ore 18 – del suo ultimo libro “Cristo ed il suo messaggio. Il cristianesimo e la sua attualità”, stampato da Gigliotti grafiher  srl, con la prestigiosa  copertina realizzata dal maestro Maurizio Carnevali, quasi un “habitué”  per le molte immagini di copertina realizzate per i vari testi di cui il Vescovo Rimedio è autore.

A relazionare saranno Filippo D’Andrea, membro della Società Filosofica italiana e la giornalista Dora Anna Rocca, saggista e docente di scienze al liceo scientifico Galileo Galilei di Lamezia erme.

Sotto la guida pastorale di Mons. Rimedio sono stati consacrati molti presbiteri e più di una ventina di diaconi permanenti, oggi ancora una volta uniti a lui –  nonché al nuovo Vescovo Monsignor Giuseppe Schillaci- per il servizio ad una Chiesa che è “ ad extra”;  una Chiesa in uscita; una Chiesa del Grembiule, così come osava ripetere Mons. Tonino Bello.