Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Agguato nella notte a Lamezia Terme: ucciso e dato alle fiamme imprenditore 40enne

800 0

Un imprenditore edile, Domenico Maria Gigliotti, di 40 anni, padre di due bambine in tenera età, è stato ucciso questa notte a colpi di arma da fuoco e poi l’auto con il cadavere è stata data alle fiamme. È accaduto a Lamezia Terme, intorno alle 4. L’uomo stava facendo rientro a casa in contrada Quattrocchi a bordo della sua Bmw station wagon e lì i sicari che lo stavano aspettando lo hanno freddato a colpi d’arma da fuoco

Il corpo di Gigliotti è rimasto poi carbonizzato nell’incendio provocato dai suoi assassini e le fiamme hanno reso quasi irriconoscibile l’auto dell’uomo. Sulla portiera della vettura sono evidenti i colpi di arma da fuoco sparati da uno o più sicari che, dopo avere compiuto l’agguato, si sono immediatamente allontanati.

A dare l’allarme la moglie della vittima che,  nell’udire  gli spari,  si è affacciata da una finestra e ha assistito impotente al rogo che in un attimo ha avvolto l’auto del marito.  Sul posto sono intervenuti i carabinieri e personale della Squadra mobile di Catanzaro per avviare le indagini.

Gigliotti, nel 2012 era stato indagato nel corso dell’operazione “Medusa” perché ritenuto vicino al clan Giampà.  Nei mesi scorsi i finanzieri di Lamezia Terme avevano sottoposto a sequestro preventivo l’agenzia di viaggi di cui è titolare la moglie della vittima perché accusata di vendere crociere e viaggi “fantasma” in seguito alla denuncia di un cospicuo numero di clienti costretti a rinunciare alle ferie per aver acquistato biglietti non validi.