Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

All’insegna del ricordo e della memoria è possibile visitare l’EcoMuseo – Luogo della Memoria, di Umberto Zaffina,-

499 0
All’insegna del ricordo e della memoria è possibile visitare l’EcoMuseo  – Luogo della Memoria, di Umberto Zaffina,-

Neppure l’abbondanza di pioggia che in questi istanti sta abbattendosi copiosa sulla città di Lamezia possono sbiadire il ricordo di un weekend che, grazie de rassegna culturale “Dorian – la cultura rende giovani”, ha saputo colorire e ravvivare le strade del centro storico di Sambiase.

Sabato 25 è stata una giornata all’insegna del ricordo e della memoria, infatti, è stato possibile visitare l’EcoMuseo Luogo della Memoria di Umberto Zaffina, sito nel rione Patelle, nel centro storico di Sambiase, dove i vari visitatori hanno ammirato gli attrezzi e gli oggetti di una civiltà per noi lontana ma di fondamentale importanza in quanto è quella dei nostri nonni e dei nostri padri.

All’interno del terzo Vaglio di via Ferruccio, sede del museo, si è tenuta anche la presentazione del libro di racconti “Stoccaturi” di Francesco Talarico.

Il reading musicale ha visto, oltre alla lettura di alcuni brani del libro, anche l’esecuzione di brani musicali scritti dallo stesso Talarico in compagnia del maestro Mario Migliarese. Un’atmosfera suggestiva ed evocativa che ha consentito un vero tuffo nel passato per i presenti all’incontro.

Il duo Talarico Migliarese proviene da Petronà nella Sila catanzarese, il dialetto del luogo però (e dunque anche dei testi delle canzoni) è il dialetto del Reventino, in quanto Petronà insieme a Cerva e Sersale costituiscono una enclave linguistica di tale dialetto. Talarico e Migliarese sono ideatori del portale ‘U hocolaru con il quale tentano di salvaguardare queste specialità linguistiche.

Domenica 26, invece, presso lo SLove Street Food di Fernando Cimorelli vi è stato un rendez-vous poetico-musicale che ha visto come ospite il live de “Il giardino di Armida”, oltre alle incursioni poetiche a cura di “Dicerie poetiche”. Un concerto genuino, dalle dalle sonorità autentiche e sincere, che ci ha fatto scoprire la vena lirica di Saverio Marasco e i suoi testi e le sue ispirazioni nonché le sensazioni in essi contenute. Per Dicerie Poetiche, invece, sono stati letti dei componimenti di Walt Whitman, del quale il 31 maggio ricorrerà il bicentenario della nascita, e un componimento del poeta danese Henrik Nordbrandt, oltre alle libere letture da parte di Matteo Scalise e Filippo D’Andrea.

Un modo di rianimare quello che il giardino di Armida definisce “un paesaggio perfetto che non sa raccontare/senza niente da dire da dare pensare”.

Gli ultimi due appuntamenti della rassegna “Dorian” si terranno oggi e domani.

Quest’oggi, presso l’Istituto scolastico Francesco Fiorentino, verranno presentati gli esiti del progetto Wikipedia, curato dal dott. Giovanni Mazzei, che ha visto la realizzazione di pagine Wikipedia circa alcuni personaggi e luoghi di Sambiase, come: la Chiesa dell’Annunziata, la chiesa dell’Immacolata, l’EcoMuseo Luogo della Memoria, Salvatore Borelli e Enrico Borrello.

Mercoledì 29 maggio, invece, presso il Caffè Letterario bar del Popolo, l’ultimo incontro della rassegna “Dorian” vedrà la presentazione del romanzo “I ragazzi della Fiumarella” di Giovanni Petronio, il quale discuterà con Pasquale Allegro. Il libro racconta l’incidente ferroviario della Fiumarella, incidente avvenuto il il 23 dicembre 1961, nel quale persero la vita 71 persone, per la maggior parte studenti che si recavano a scuola per il loro ultimo giorno prima delle vacanze natalizie.