Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Anche Cristiano all’attacco dell’Amministrazione sulla questione libri di testo

692 0

L’azione portata avanti dal Sindaco Speranza dall’ Amministrazione Comunale e dal centro sinistra lametino, in merito alla questione libri, va fermata immediatamente perché crea un forte danno alle famiglie lametine.

Ad affermarlo in una nota stampa è il Consigliere Comunale Massimo Cristiano il quale sottolinea come “tutti i nodi vengono al pettine e le azioni scellerate portate dal gruppo al potere in città arrivano a galla, il centro sinistra tutto con l’ avallo di quelle forze politiche che sulla carta sono opposizione e  che dovevano opporsi a questo scempio stanno lentamente distruggendo il tessuto sociale nella nostra città”

La questione dei libri per le scuole primarie gratuiti solo per chi ha un ISEE inferiore a 4000 euro è definita dal Consigliere “l’ennesima grande ingiustizia, i libri di testo li pagheranno tutte le famiglie lametine  che, fino allo scorso anno, avevano usufruito del beneficio dell’ esenzione sul pagamento. In parole povere i genitori saranno costretti a restituire i libri e a pagare di tasca propria, un bel regalo di fine Agosto” Cristiano passa, poi, a spiegare cosa prevede il regolamento Comunale in materia  “il comma A dell’ art 4 stabilisce che i beneficiari, sono tutti i cittadini appartenenti alla U.E. residenti nel nostro comune e il comma B sempre dell’art. 4 indica quali altri beneficiari i cittadini: stranieri, con cittadinanza diversa da quelli appartenenti alla U.E., i profughi, i rifugiati, i richiedenti asilo, i rimpatriati,(rom compresi). In sede di approvazione con un apposito emendamento avevo proposto di modificare  l’art. 4, lasciando, al  limite, il comma A eliminando il comma B, ma la maggioranza di sinistra PD –SEL-Grandinetti per Lamezia, con il silenzio delle altre forze di opposizione hanno bocciato la proposta”

Massimo Cristiano, infine, fa un duro attacco politico “Il Sindaco nasconde l’ esigenza di far cassa con l’ennesima iniziativa che va contro gli interessi dei contribuenti lametini, usati solo come bancomat, con l’aumento delle tasse,  per ripianare il buco di Bilancio 2013  di – 3.200.000 euro  creato dal centro sinistra lametino e avallato da Grandinetti per Lamezia, per tale merito diventato Presidente del Consiglio Comunale” per poi invitare l’Amministrazione “a ritirare la circolare in questione, onde evitare che questo atto gravi ulteriormente sulle tasche delle famiglie lametine, sono stato già contatto da numerosissime famiglie che si apprestano alla mobilitazione qualora questa richiesta dovesse cadere nel vuoto, nel frattempo annuncio una mozione urgente per annullare l’ atto scellerato, se vuol far cassa sui bambini è meglio che il Sindaco si dimetta e si dedichi a tempo pieno alla sua nuova campagna elettorale”. Il Consigliere lancia la proposta “se bisogna “tagliare”  per ripianare i vostri danni, si metta mano al finanziamento di cooperative che “gestiscono” rom e immigrati, ovvero centinaia di migliaia di euro, giù le mani dalla bambini lametini”