Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Anche Mondo Libero dice no al Parco eolico del Reventino

832 0

Siamo contrari alla costruzione dell’impianto eolico( parco?) proposto sul Reventino e di altri sciagurati progetti che pare vengano fuori di giorno in giorno.Si richiede,per come bene hanno fatto Italia Nostra e il WWF e le altre associazioni ambientaliste il rigetto del progetto sia per motivi di impatto ambientale, paesaggistico ed economico:

Così afferma in una nota stampa Felice Lentidoro, presidente dell’associazione Mondo Libero, secondo il quale l’intervento viene a sconquassare tutto l’assetto della dorsale per i seguenti motivi:

  • il notevole ampliamento del percorso sterrato presente,
  • il tracciamento delle porzioni in cui manca,
  • la sua stabilizzazione per il passaggio dei grossi mezzi di trasporto,
  • l’adeguamento delle pendenze,
  • la formazione e stabilizzazione delle piazzole di lavoro,
  • i necessari spiazzi di manovra.

Basta con la mafia del vento e con chi non ha a cuore le sorti, la bellezza, la sicurezza del territorio e nutre davvero scarso rispetto per l’ambiente

Forte affermazione di Lentidoro che enuncia le caratteristiche dell’area sottolineandone le potenzialità e la bellezza ” l’area è sottoposta a vincolo paesaggistico: la quasi totalità del suolo interessato dall’intervento è territorio intatto ad uso prativo e seminativo di grandissima valenza estetica e ambientale. Proprio per queste caratteristiche finora così ben conservate, è zona di forte richiamo turistico, attività fondamentale per l’economia attuale e futura . In questo paesaggio, così peculiare e caratterizzato, sorgono siti di grande valore  che, oltre ad essere bene culturale vincolato è meta di consistente turismo”. Il presidente di Mondo Libero rilancia la sua denuncia

L’impatto negativo (visivamente e acusticamente) costituisce un vero e proprio scempio:una vergogna che nessuna amministrazione seria può avallare. Oltre che nei confronti delle attività umane l’impianto è incompatibile con l’equilibrio avi-faunistico della zona (sia durante il lungo periodo della costruzione sia successivamente durante il normale funzionamento delle turbine). Rumorosità, viavai di mezzi ultra-pesanti, vibrazioni delle possenti pale eoliche, campi magnetici derivanti dagli elettro cavi preferibilmente interrati’ (come si legge nella Relazione Tecnica), sono elementi che impattano negativamente contro le varie specie presenti e soprattutto contro le specie protette di rapaci diurni e notturni, un danno enorme e irreversibile.

Mondo Libero  ritiene urgente e indispensabile una più stringente regolamentazione e programmazione regionale per la tutela e salvaguardia dell’ ambiente e del territorio. Per finire Lentidoro ringrazia Scopelliti e la giunta di centro destra per “ questo regalo che ci è stato offerto. Non dimentichiamo certo tutti gli altri consiglieri regionali, tutti gli altri partiti per il silenzio che li ha caratterizzati. Se non fosse stato per le associazioni su menzionate tutto sarebbe passato in sordina senza che nessuno sapesse nulla”