Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Anche Mtl all’attacco di Galati e Forza Italia

,
767 0

Dopo la riunione del coordinamento regionale di Forza Italia, che ha dato mandato all’onorevole Galati di individuare il candidato degli “azzurri” e dopo le fughe di notizie, secondo le quali sarebbe “saltato il banco”, Mtl- Verso la Lega dei Popoli con Salvini, “davanti a giochi politici anni’80”, ha deciso di esprimere la sua posizione per tutelare i lametini. Ha dichiarato il segretario Domenico Furgiuele-

Considerate  le cocenti sconfitte politiche che il centrodestra, con a capo Forza Italia, ha subito di recente alle provinciali di Catanzaro e alle comunali di Reggio Calabria, non mi stupisce quanto accaduto alla presenza dell’imbarazzato Toti. In particolare il blitz organizzato da Galati per presentate i presunti candidati alle cariche di sindaco e vicesindaco, è il goffo tentativo di fuga in avanti di un gruppo di vecchi politici oramai delegittimati in città, capeggiati da un deputato che siede in Parlamento da 18 anni e che da altrettanto tempo,  con le sue capacità,  ha sempre scongiurato qualsiasi possibilità di vittoria, per il centrodestra lametino alle competizioni comunali. Mi auguro, che il rispettabile professionista tirato in ballo come candidato a sindaco, nella ridicola bagarre mal digerita da Wanda Ferro, si renda conto per tempo che il suo attuale sponsor non è più rappresentativo e gradito ad popolo di centrodestra, che nel frattempo è cambiato e vuole risposte discontinue con il passato.In ogni modo è chiaro che il candidato di un partito che a Reggio è passato dal 22 all8% non necessariamente è rappresentativo di tutto il centrodestra a prescindere.

Per il consigliere Massimo Cristiano, questo modo di agire

ha portato il vecchio centrodestra a diventare un contenitore di plastica, senza prospettiva. La nostra priorità non è la costruzione di un cartello politico “gestito” da chi non ha mai prodotto risultati concreti in città, ma la creazione di un progetto culturale dove al centro ci sia un progetto serio per la Piana. A questo centrodestra manca una prospettiva. Il target, è creare un’alternativa concreta allo strapotere ventennale del centrosinistra. E’ chiaro che l’intempestiva uscita pubblica di alcuni pezzi di Forza Italia trova un senso laddove l’obiettivo, per come è avvenuto negli ultimi 20 anni, non è quello di vincere. Continueremo, l’opera di radicamento, mentre loro cianciano nei salotti distanti dal popolo, sempre più sofferente. Noi, continueremo l’incessante opera di radicamento con l’imminente apertura di una nuova sede in città e con l’ingresso di autorevoli esponenti