Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Appalti Rai in Calabria, Slc Cgil, Snater e Ugl Telecomunicazioni chiedono trasparenza

,
527 0

Ai sensi e per effetto dell’ art.12 del contratto di lavoro applicato in Rai, da tempo le Rsu della sede Rai di Cosenza chiedono al direttore Demetrio Crucitti i dati relativi alla gestione degli appalti per la direzione regionale della Calabria. In particolare i rappresentanti dei lavoratori esigono chiarezza su quale siano le esigenze che spingono la Rai a dover appaltare in esterna lavoro, ed anche e soprattutto quali siano le aziende appaltatrici.Alle richieste di chiarimento ai tavoli relazionali, sono seguite le richieste formali e poi successivamente l’apertura del contenzioso sindacale, che porterà a breve ad uno stato di agitazione.Della vicenda si è interessata anche la parlamentare del M5S Dalila Nesci che ha chiesto chiarimenti agli organismi di direzione Rai attraverso interrogazione parlamentare.

Eppure ad oggi non è dato sapere quale siano i motivi che spingono la Rai in Calabria ad appaltare lavoro, né quali siano le società autorizzate a svolgere questi appalti.Perché alla legittima richiesta di trasparenza nella gestione degli appalti la Rai calabrese rifiuta il confronto??? Perché la Rai sottoscrive un Ccl in cui si impegna a fornire determinati dati e motivazioni per l’utilizzo degli appalti, e poi in Calabria tutto ciò non viene rispettato? Crediamo sia oltremodo lecito richiedere trasparenza e chiarezza laddove vengono utilizzati fiumi di denaro pubblico. E riteniamo doveroso, dopo aver tentato in 5 mesi ogni procedura in ambito sindacale, informare i media locali e nazionali, ma soprattutto l’opinione pubblica, la deputazione parlamentare e le istituzioni locali di quanto sta accadendo nella sede Rai della Calabria gestita dal direttore Demetrio Crucitti.