Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Arturo Bova sulle sospette infiltrazioni illecite nel cda della Bcc di Cittanova

406 0

La vicenda della Bcc di Cittanova, qualora fossero confermati i sospetti di infiltrazioni illecite nel Cda della banca, sarebbe la testimonianza di quanto sia importante il lavoro che stiamo portando avanti nella Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria. Da mesi, ormai, proseguiamo nelle audizioni e nell’approfondimento delle tematiche relative al credito, all’usura e agli istituti bancari in Calabria. E sono felice che, dopo le audizioni, la Banca d’Italia abbia dimostrato di essere presente sul territorio in maniera forte e concreta”.

E’ quanto afferma il presidente nella Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria Arturo Bova che richiama la seduta dello scorso 23 novembre. “In quell’occasione – dice – la Commissione che presiedo ha avuto modo di affrontare proprio assieme a Banca d’Italia e all’Abi Calabria i temi del riciclaggio, del credito alle imprese vittime di racket, dell’usura connessa anche al gioco d’azzardo patologico. Il lavoro congiunto tra la Commissione e le tante realtà del settore bancario che abbiamo registrato, è servito ad ottimizzare e quindi a rendere più efficace la legge regionale di contrasto alla criminalità che sta procedendo nel suo iter in Consiglio regionale.
È stato un lavoro lungo – sottolinea Bova – ma si è svolto, a mio avviso, nel pieno rispetto di quel criterio di collaborazione e condivisione che deve essere alla base di una normativa tanto importante quanto ampia e complessa”.
Arturo Bova conclude rivolgendo “un plauso anche ai vertici della Federazione delle Bcc che hanno prontamente sostenuto l’iniziativa, sicuramente forte, di Bankitalia: è lo spirito giusto, questo, con cui devono essere affrontati problemi seri come quello del rischio di infiltrazioni criminali nel sistema bancario. L’auspicio è che, qualora ahimè questo caso dovesse essere confermato e non dovesse rimanere isolato nel panorama calabrese, si possa prendere ad esempio questo atteggiamento collaborativo e renderlo prassi”.