Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Banche e politica dedichino più attenzione alla situazione devastante della Calabria

,
531 0

Nella mattinata di ieri a Crotone, presso la Confartigianato, Salvatore Lucà e il Presidente Carmine Corigliano hanno avuto un incontro di Giunta alla luce di una situazione socio economica molto preoccupante che sta minando profondamente tutto il tessuto imprenditoriale. Nell’ambito della riunione Salvatore Lucà ha cosi commentato l’accaduto circa il suicidio dell’artigiano di Lamezia Terme:

Alla luce di quello che sta succedendo in Calabria, mi permetto molto sommessamente, fare una riflessione prettamente personale su quello Confartigianatoche negli ultimi mesi dobbiamo registrare in Calabria, perché a prescindere dal mio ruolo, come Calabrese e operatore economico da sempre, sono profondamente addolorato e mortificato per una situazione indescrivibile di cui tantissimi fanno finta di non vedere, di non sentire, di non leggere e chi più ne ha più ne metta. Voglio porgere le mie più sentite condoglianze alla famiglia di Louis Conetta e non commentare la vicenda personale per rispetto a tutti i familiari che sicuramente vivono momenti indescrivibili. Personalmente sarò sabato in Calabria per riuscire a partecipare alle sue esequie. A quasi un mese dal suicidio dell’imprenditore di Taurianova, Cannatà, registriamo un episodio analogo, evidentemente siamo arrivati allo stremo, se qualcuno avesse qualche dubbio posso rassicurare gli addetti ai lavori che casi di disperazione a limite di questi gesti estremi ne registro tanti nelle mie quotidiane interlocuzioni con moltissimi artigiani e piccoli imprenditori. Ma è un fatto normale lasciar morire uomini che non hanno la capacità finanziaria di far fronte ad impegni con la cosa pubblica e con un sistema creditizio che sembra vivere su un altro pianeta? Lasciare soli questi uomini è un vero peccato mortale di cui dovrebbero veramente interrogarsi coloro i quali vogliono far politica o operare nel sistema finanziario, nel mentre registriamo quotidianamente fatti e misfatti di ogni genere. E’ mai possibile che i signori del credito e della politica non si rendono conto della situazione che si vive? Occorre da subito una norma che impedisca tassativamente alle banche di chiudere linee creditizie dalla sera alla mattina, la situazione impone una vera moratoria e il sistema creditizio, che è divenuto il vero usufruitore delle manovre della BCE, non può comportarsi come se nulla fosse, lo stesso dicasi per gli enti statali preposti agli incassi, situazioni incagliate da anni non possono essere risolti solo con una semplice rateizzazione senza tener conto delle reali potenzialità di rimborso.

Il Presidente Corigliano e gli altri componenti di Giunta hanno condiviso la riflessione del Segretario di Confartigianato preannunciando iniziative anche eclatanti considerato ormai l’incapacità di tantissimi ad affrontare queste