Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Bando per assegnazione diritti di superfice a vite

Emesso dal dipartimento agricoltura della Regione Calabria per favorire il recupero di diverse migliaia di ettari non utilizzati
860 0

L’assessore all’agricoltura della Regione Calabria, Michele Trematerra ha reso noto che è stato pubblicato il bando relativo all’assegnazione dei diritti di reimpianto dalla Riserva Regionale. “Tale bando consentirà – ha commentato Trematerra – di mettere a disposizione dei viticoltori calabresi, diritti di impianto di superfici vitate per 265.90.99 ettari, che, diversamente, non sarebbero utilizzati e andrebbero persi a totale scapito del potenziale viticolo regionale, e quindi della complessiva competitività del settore”.

È noto infatti – informa una nota – che l’attuale Organizzazione Comune del Mercato vitivinicolo, basato sul sistema dei diritti equivalenti a quote di produzione, consente l’impianto di vigneti solo a fronte di diritti di reimpianto maturati a seguito di estirpazione di vigneti di norma non più produttivi o la cui produzione non risponde adeguatamente alle richieste ed evoluzioni del mercato. “Con tale provvedimento, invece, viene prevista – ha detto ancora Trematerra – la possibilità di impiantare nuovi vigneti, atti a produrre vini a Denominazione di Origine Protetta e ad Indicazione Geografica Protetta, utilizzando i diritti presenti nella Riserva regionale, con l’obbiettivo di migliorare il potenziale viticolo regionale, attraverso l’avvicinamento dell’offerta alla domanda di vini a D.O.P. e I.G.P., nonché di valorizzare la qualità dell’uva da vino mediante la produzione di vini sempre meglio collocabili sul mercato interno, e sempre più apprezzabili su quello internazionale”.

La Regione, come stabilito dalla Giunta, con deliberazione n. 35 del 2 febbraio 2012, attraverso la Riserva Regionale dei diritti di impianto, gestisce il proprio potenziale viticolo e concorre, assieme ai privati possessori di diritti, alla reimmissione nel circuito produttivo di quote necessarie agli imprenditori agricoli che vogliono avviare l’attività vitivinicola o incrementare e qualificare la propria base produttiva, soprattutto se giovani imprenditori, per i quali sono previste delle particolari agevolazioni, come sottolineato dall’Assessore. “Essere riusciti a mettere a bando ben 265.90.99 ettari di diritti – ha concluso Trematerra – è stato frutto di un lavoro straordinario di accurata ricognizione dei diritti scaduti a privati da parte dell’Ufficio Vitivinicolo Regionale e della tempestiva reimmissione degli stessi sul mercato”.