Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Bolletta telefonica in rosso per il Comune di Lamezia Terme

,
675 0

Il servizio di telefonia e trasmissione dati del  Comune di Lamezia Terme è erogato anche dalla società Telecom Italia s.p.a. L’ente, però, a a causa delle generali difficoltà economiche/finanziare, ha accumulato un debito nei confronti di Telecom Italia, in riferimento agli anni 2013 e parte del 2014, che ammonta a  € 393.406,90. È stato formalmente concordato un piano di rientro tra il Comune di Lamezia Terme e Telecom Italia s.p.a., che non costituirà novazione delle obbligazioni precedentemente assunte
e non comprenderà il credito per fatture successive a quelle comprese nell’estratto conto Telecom italia s.p.a., da pagarsi alla loro naturale scadenza.

Il Comune di Lamezia Terme, nello specifico,  provvederà ad effettuare il pagamento, a saldo del debito, della predetta somma in n.11 rate mensili, alle scadenze di seguito indicate:

  • € 77.681,40 entro il 01/08/2014;
  • € 31.572,55 entro il 01/09/2014;
  • € 31.572,55 entro il 01/10/2014;
  • € 31.572,55 entro il 01/11/2014;
  • € 31.572,55 entro il 01/12/2014;
  • € 31.572,55 entro il 01/01/2015;
  • € 31.572,55 entro il 01/02/2015;
  • € 31.572,55 entro il 01/03/2015;
  • € 31.572,55 entro il 01/04/2015;
  • € 31.572,55 entro il 01/05/2015;
  • € 31.572,55 entro il 01/06/2015.

Il mancato  rispetto delle presenti pattuizioni e/o il mancato o ritardato pagamento anche di una sola rata, comporterà la decadenza dal beneficio del termine ed il diritto di TI di pretendere l’immediato pagamento dell’ intero credito (oltre interessi moratori dalle singole scadenze, al saggio previsto dalle leggi vigenti nel periodo di mora, e spese) nonché di procedere alla sospensione dei servizi, non costituendo la presente rimessione in termini in ordine alla relativa comunicazione di preavviso già inviata.
Resta comunque inteso che il mancato e/o tardivo pagamento dei rendiconti telefonici relativi ai servizi mobili, comprensivi della Tassa di Concessione Governativa, obbligano Telecom Italia alla segnalazione all’Amministrazione Finanziaria dello Stato. Di conseguenza, i pagamenti effettuati dopo la scadenza fiscale (entro la fine del mese di scadenza della fattura), potrebbero comportare, al Comune di Lamezia Terme, addebiti, da parte dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente, delle sanzioni e degli interessi previsti, per i quali Telecom Italia non potrà ritenersi responsabile. Ad ogni buon conto e, al fine di evitare ulteriori aggravi, Telecom Italia provvederà a che le prime rate vengano utilizzate, se possibile, a saldo delle quote di detta tassa.