Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Breve visita in Calabria del Premier Renzi

Bisogna uscire dalla cultura della delega e della rassegnazione
672 0

Il piatto è servito per chi si aspettava  che Renzi fosse stato un “messaggero politico” di parte in occasione di questo suo veloce “mordi e fuggi” in una Regione- la Calabria – dove si andrà alle urne il prossimo 12 ottobre e dove, qualche settimana prima, ci saranno le primarie nel Centrosinistra. Non  è stato proprio così: soltanto qualche affondo, anche se molto significativo e pungente.

La classe dirigente del Sud “deve uscire dalla cultura della delega e della rassegnazione”.

Lo ha chiesto esplicitamente il Premier Matteo Renzi in breve visita in Calabria, aggiungendo:

niente alibi: il governo c’è e se sbaglia lo ammette e riparte. (—)  Il Governo può sbagliare ma non scappa”.

Oggi l’Italia è nelle condizioni di poter essere, nei prossimi anni, la guida dell’Europa – ha aggiunto il premier -. Facendo le riforme che deve fare l’Italia è nelle condizioni di poter trascinare l’Europa fuori dalla crisi.

Ho sentito dire ‘vediamo cosa ci dice l’Europa…’ E’ esattamente il contrario: è l’Europa che si aspetta una carica, una spinta”.

Commentando precedentemente la situazione politica italiana, Renzi ha sottolineato in un suo intervento nella sua visita a Napoli:

“Per settimane abbiamo sentito parlare scenari inquietanti sull’Italia perché abbiamo fatto -0,2% – ha detto Renzi nel suo intervento alla Città della Scienza – Oggi è arrivato il dato che anche la Germania fa -0,2. Io farei a cambio volentieri, in termini di dimensioni economiche, con la situazione della Germania che è certamente più forte della nostra. Non è la percentuale dello ‘0 virgola’ che mi preoccupa, l’ho sempre detto, ma a preoccuparmi è il clima di rassegnazione che c’è nella classe dirigente che dice ‘tanto le cose non cambieranno mai'”.

Ha poi reso noto, in occasione della sua visita a Napoli, che ha accettato l’invito del sindaco De Magistris “a stare a Scampia per qualche ora, dopo la vicenda di Ciro Esposito”. Il premier si recherà nella zona nelle prossime settimane.