Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Cala il sipario su una inqueta ed inquietante campagna elettorale per dare un nuovo Sindaco ed un nuovo consiglio comunale a Lamezia Terme

,
326 0

Tra pochissime ore, sul panorama d’assieme di una Lamezia come non mai delusa, indifferente, sonnacchiosa, rassegnata, calerà il sipario di una commedia tragicomica, che ha avuto come assoluta contropartita quel tipo di società che decisamente rincorreva ben altre speranze, ben altri traguardi, ben altro humor.

E’ una Lamezia che non potrà chiudersi nel suo mutismo e nella sua rammaricata riflessione, dovuti ad alcuni episodi di litigi e di ulteriori lacerazioni che ora si trasferiranno   immancabilmente all’interno delle urne elettorali per esprimere il suo  status di spiazzamento totale e per varie circostanze che cercherò di racchiudere nella massima e comprensibile sintesi.

Avremo voluto che la situazione del momento reale fosse stata di supporto speranzoso ad una politica che si è spenta gradualmente e paurosamente, avallando e decretando quel che in molti ipotizzavano come la fine della politica, quella vera, pura, genuina.

Non piacerà a nessuno fungere da testimoni alla crisi comatosa subita dai partiti tradizionali ed espressa poi in coalizioni … non più tradizionali.

I nostri padri, ahimè, combatterono perché nel tempo e col tempo si realizzasse un duplice fronte sugli scenari ad una politica fatta da due – tre schieramenti: quello di centrodestra; quello di centrosinistra; e poi quello degli assenti perenni: ovvero gli astenuti, che poi saranno immancabilmente i primi a criticare emettendo giudizi pesanti.

Ora si andrà alle urne con una parte di candidati che fecero esperienze, anche forti-, nella destra storica ma che oggi stanno su ben altre sponde; e così dicasi anche per i candidati del centrosinistra. E con il risultato evidente a tutti: l’evidenza in atto di una sinistra che …non fa la sinistra e di una destra …che non fa la destra.

Come si evince, quella che sta trascorrendo è stata una campagna elettorale vissuta da uno sterile confronto – scontro.

Si chiude, allora, il sipario nel momento in cui si accendono praticamente i fari su un altro spezzone di politica che chiama la Calabria   ad una sorte di caccia alle streghe, dove le streghe ipotizzate si configurano in altre crisi dilaganti ed incentrate sul protagonista Oliverio,. “tosto” a cedere il comando delle operazioni ai suoi detrattori di sempre.

Ritornando a Lamezia per evidenziare quanto sia grande l’attesa riposta in un personaggio forte che evochi a se ogni progetto di speranza con  un pizzico di fantasia in più : dalle buche – ad esempio- di cui sono cosparse tutte le strade urbane, per andare ai grandi progetti : dai parchi urbani alla questione ambiente e società; dalla individuazione di aree a forte sviluppo industriale alle Terme di Caronte ed alla messa in atto dello “storico” PSC, e così via.

Sorga, in questo clima di attese concrete e realizzabili, un nuovo giorno che apra un nuovo ed esaltante capitolo di storia. Ben venga questo Sindaco “forte” per una ripresa politico- amministrativa che rimetta a nuovo la faccia della Città, la quarta della Regione Calabria ed “asso forte” per il futuro sviluppo di questa risorsa straordinaria al centro dell’intero Mezzogiorno d’Italia.

Chi verrà, vedrà. Ecco perché coloriamo di verde il “patrimonio” sul quale lavorare da subito.. In molti stanno scommettendo su queste speranze e su chi “verrà” vedrà” attraverso i progetti indicati dal candidato Sindaco, avvocato Paolo Mascaro.