Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Calcio a 5 femminile – Royal Team Lamezia : vincere per agganciare la capolista Sandos –

Carnuccio: “Serve voglia e cattiveria feroce di competere contro le più forti”. Preannunciato PalaSparti esaurito - Iniziativa contro la Violenza sulle Donne
455 0
Calcio a 5 femminile – Royal Team Lamezia : vincere per agganciare la capolista Sandos –

Uno dei primi step del campionato è arrivato: la Royal ha l’opportunità di agganciare la forte capolista Real Sandos distante solo tre punti (ma con una partita in meno). Ecco quindi che diventa importante per la squadra dei presidenti Mazzocca e Vetromilo non lasciarsi sfuggire la ghiotta occasione. Già in settimana si è sottolineato la forza della squadra allenata da Giorgia Grillo, di fatto una costola della ex Salinis retrocessa dalla A Elite e che lì vuol ritornare. Finora aspettative rispettate in casa pugliese, a punteggio pieno con 8 vittorie su 8, miglior attacco (50) e miglior difesa (11).

Ovviamente pari ambizioni ha la Royal Team Lamezia, che dopo aver fallito il bonus qualche settimana fa di agganciare la capolista pugliese, vuol rifarsi domani direttamente contro le rosanero che viaggiano col vento in poppa. “Non conosco bene la Royal – ammette l’italo-brasiliana Ziero del Sandos al sito anygivensunday.it -, le ho viste poco contro il Bisceglie e sembra una squadra che non mollerà ed è giusto che sia così. Sono dietro di noi e vogliono i punti. Per noi sarà tosta dal punto di vista fisico e sono sicura che se usiamo la testa più di loro usciremo con altri tre punti da questa trasferta. Certo Martina e Lamezia hanno qualcosina in più delle altre e dovremo fare più attenzione”. Insomma sfida lanciata dalla Puglia che è pronta ad essere raccolta da Marrazzo&compagne. Le calcettiste lametine hanno lavorato sodo in settimana, consapevoli che sicuramente avranno di fronte, forse, la squadra più forte. Ma il campo poi è un’altra cosa: è lì che bisognerà dimostrare la propria superiorità. Purtroppo non ci sarà per un mese Anna Leone: la forte centrale difensiva, già assente a Catanzaro, si è operata giovedì al menisco. Ma è pronta a rimettersi in carreggiata appena possibile e già domani sosterrà le compagne dalla tribuna. Assente pure Sommacale per risentimento muscolare.

il-tecnico-carnuccio

Il Tecnico Carnuccio

Sulla gara di oggi mister Carnuccio della Royal avverte: “Ovviamente cercheremo di vincere contro il Sandos, ma il torneo non finirà domani. Poi dovremo dimostrare di essere più forti di loro anche nel prosieguo, vincendo contro le altre squadre e giocando sempre con rabbia e determinazione. Probabilmente – ammette Carnuccio – loro hanno qualcosa in più di noi prima e dopo questa gara, e però la partita si giocherà in campo. Solitamente chi appare inferiore riesce sempre a mettere in campo quello che serve più degli altri”. Il tecnico sottolinea un concetto importante: “Oggi giocheremo per vincere, ma servirà grande maturità non solo delle ragazze ma di tutto l’ambiente. E soprattutto servirà voglia e cattiveria feroce di volere competere contro chi è più forte”. Si preannuncia un PalaSparti stracolmo, in cui Lamezia sportiva farà sentire tutto il suo calore per le calcettiste lametine!

ORANGE THE WORLD. Sempre oggi, in occasione dell’iniziativa internazionale promossa dalle Nazioni Unite (‘Orange the world’), finalizzata a coinvolgere l’opinione pubblica sull’importante tema della prevenzione e del contrasto della violenza sulle donne, la Royal Team ha aderito all’iniziativa del Club Soroptimist di Lamezia e così il PalaSparti verrà allestito di Arancio, ci saranno appositi striscioni, oltre a palloncini e polsini per le calcettiste della squadra tutti di color arancio. Cosiccome verrà simbolicamente occupato un posto all’interno del Palasport con un drappo arancione.

CONVOCATE: Liuzzo, Fucile, Fragola, Malato, Marrazzo, Mirafiore, Mezzatesta, Linza, Ierardi, Losurdo, Pileggi. All. Carnuccio.

ARBITRI: Angelo Galante di Ancona e Manuel Candeliere di Catanzaro. Crono: Cosimo Di Benedetto di Lamezia Terme.