Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Call&Call di Locri: nota della Commissione regionale pari Opportunità

812 1

“La Commissione regionale PO esprime piena solidarietà a tutti i lavoratori della Call&Call Locri per il provvedimento di licenziamento che li sta interessando e rinnova il proprio impegno diretto e concreto a sensibilizzare la parità di trattamento uomo-donna”.

E’ quanto afferma la presidente Cinzia Nava che aggiunge: “Si tratta di momento delicato e difficile che vede la Commissione, nella sua interezza, vicina alle famiglie messe a dura prova da questa situazione ed in particolare alle donne chiamate a gestire al meglio i diversi tempi  della vita e del lavoro. Si spera – sottolinea ancora Cinzia Nava- che possano essere prese decisioni alternative per evitare l’interruzione del rapporto di lavoro. La disoccupazione registrata nella nostra Regione è tra le più alte del Paese e a farne le spesse sono soprattutto le donne che devono quotidianamente affrontare tante salite per ottenere un posto di lavoro, scontrandosi il legittimo diritto di conciliare lavoro e famiglia con la carenza cronica di servizi per l’infanzia ed ancora con le tante diffidenze che muovono intorno all’universo donna, quest’ultima ritenuta meno esperta dell’uomo, in particolare per posti di alto livello”.

 

  • cs 66lc

    Cara Presidente e spettabile Commissione Regionale, recita un vecchio saggio: “u saziu nun cridi o diuno”. Non siete affatto credibili! Parlate di solidarietà, ma non avete mai avuto la pancia vuota! Cosa ne sapete voi che ingrassate a nostre spese?? La Calabria in generale, e la Locride in particolare, (ma forse è meglio indicare in particolare la Calabria…) è nello stato in cui si trova perché grazie al vostro NON operato, la state disgregando un pezzettino alla volta, e pensate ancora di cavarvela con la vostra più sentita solidarietà. No. Grazie! Di parole e di solidarietà i Calabresi ne hanno ricevuta fin troppa, ma con questa…non si mangia, né si possono pagare bollette! Per lo meno abbiate il coraggio di dire le cose come stanno, e cioè che non siete per nulla in grado di gestire situazioni critiche di nessun genere perché non siete mai stati in situazioni critiche. E sarebbe un bel gesto quello di rassegnare le dimissioni! Questo almeno vi salverebbe la faccia! Auguri!