Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Cardamone guida la consulta dei sindaci

Giusto riconoscimento secondo il segretario del Pd Bruno
,
644 0

“Il coordinamento della Consulta dei sindaci del Partito democratico calabrese è il giusto riconoscimento per la passione e l’impegno con cui Anna Maria Cardamone si impegna ad operare quotidianamente nel territorio di Decollatura con la sensibilità CArdamonenecessaria ad affrontare le sfide che si propongono per un territorio non semplice da amministrare”. E’ quanto afferma il segretario provinciale del Partito democratico di Catanzaro, Enzo Bruno, in seguito all’indicazione del segretario regionale democratico, Ernesto Magorno che dopo gli organismi collegiali dedicati alla sanità e alla legalità, procederà  a varare la Consulta dei sindaci. “Come ha giustamente affermato il segretario regionale Magorno nel corso dell’insediamento della Consulta per la legalità, a Lamezia nei giorni scorsi alla presenza del responsabile nazionale Davide Ermini – afferma ancora Bruno – la lotta alla ‘ndrangheta è una grande battaglia di democrazia e di libertà, che riguarda la tutela dei diritti dei cittadini e quindi l’operato dei sindaci che rappresentano le istituzioni più vicine ai territori. Dopo la consulta sulla sanità e quella sulla legalità, su indicazione del segretario Magorno che ha sapiente colto l’esigenza di confronto e partecipazione del popolo democratico, il Pd è pronto a radicarsi ulteriormente sui territori partendo dall’azione fondamentale dei sindaci. Anna Maria Cardamone esprime pienamente quella figura di coordinamento tra territorio e comunità, l’impegno e la passione legalitaria di cui i cittadini hanno bisogno come riferimento per procedere nello svolgimento delle attività sociali e culturali su cui si poggia la crescita di una società che vuole affrancarsi dal bisogno e dalla prepotenza criminale. Siamo certi – conclude il segretario provinciale democrat Bruno – che Anna Maria saprà rappresentare non solo il collante di un organismo collegiale che vuole essere di supporto all’azione politico-programmatica del presidente della Regione, ma stimolo attento e sensibile nella direzione di un lavoro sinergico a sostegno delle istituzioni locali che guardano a Partito democratico come riferimento di governo”.