Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Caruso e Mastroianni critici verso il proprio partito

,
690 0

Leggiamo su stampa e giornali on line di numerose auto candidature a Sindaco, con assenza e silenzio totale dei partiti, gli stessi autocandidati stanno cercando di scalare la scena politica cittadina. Riteniamo pienamente legittimo che, singole persone si possano organizzare per proporsi a guidare la Città, quello che rimane inconcepibile è assistere all’inerzia dei partiti di centro destra che, dopo venti anni di opposizione, con gli stessi leader i quali, hanno portato alla sconfitta la coalizione alternativa alla sinistra, ancora pensano di guidare i processi politici con metodi del passato fatti di inciuci e giochi di prestigio che nulla di buono hanno portato alla Città.

Ad affermarlo in una nota stampa sono i Consiglieri Comunali di Forza Italia, Carolina Caruso e Salvatore Franco Mastroianni i quali aggiungono ”  ci dispiace aver appreso dalla stampa di una nomina nel partito lametino di Forza Italia nel quale, fino a prova contraria militiamo e svogliamo i ruoli di Consigliere Comunali e Provinciale, allo stato, i più rappresentativi incarichi politico amministrativi della Città lametina. Niente da dire sul piano personale,  nei confronti del Soggetto individuato, in piena solitudine dal responsabile provinciale di Forza Italia che, dovrebbe in qualità di portabandiera, attivarsi per riorganizzare il partito cittadino. Destano perplessità e forti dubbi sul metodo e la scelta politica. Non sappiamo, in quale segreta stanza e in accordo con chi e per quali oscure ragioni, è stata formalizzata la scelta che ha dell’incredibile. Non riusciamo a comprendere come mai, quel che resta di Forza Italia cittadina, abbia accettato, inerme, lo scellerato provvedimento”.

I due Consiglieri, successivamente, ricordano al responsabile provinciale alcuni passaggi politici:

  • la persona individuata a svolgere il ruolo di portabandiera, non risulta negli ultimi anni iscritto a Forza Italia;
  • il portabandiera da lui nominato è stato l’artefice primario che ha portato alla sconfitta il centro destra nelle ultime competizioni amministrative cittadine dove, in un gioco al massacro, al novantunesimo minuto, dopo aver preso impegni a sostegno della candidatura dell’onorevole Ida D’Ippolito presentò una lista autonoma con egli stesso candidato al ruolo di Sindaco.

Come è stato possibile che i leader lametini si siano dimenticati di tutto ciò, se ci avessero invitato alle ultime riunioni di partito glielo avremmo ricordato ma prendiamo atto che a Lamezia i rappresentanti istituzionali di Forza Italia non contano nulla. Nelle prossime settimane, si avvierà un confronto serrato per l’individuazione del soggetto che avrà la responsabilità di guidare la coalizione del centro destra per il rinnovo del Consiglio Comunale

Caruso e Mastroianni si augurano che tale scelta venga effettuata con metodo di condivisione ” coinvolgendo i nostri elettori, i rappresentanti eletti dal popolo e in ultima analisi, se necessario, anche attraverso la pratica delle primarie. Per quanto ci riguarda, comunicheremo ai vertici del partito regionale e nazionale che non accetteremo imposizioni di personaggi screditati i quali, negli ultimi anni, hanno saputo soltanto collezionare sconfitte. Facciamo appello, ai consiglieri comunali e a tutti coloro che hanno a cuore le sorti della Città, di avviare un tavolo di confronto serio e credibile allo scopo primario di riscattare la Città dal degrado nella quale è precipitata negli ultimi 20 anni. Se lasciassimo i destini del riscatto cittadino nelle mai dei soliti prestigiatori ci troveremmo ad assistere all’ennesima affermazione del Centro Sinistra non per i loro meriti ma per nostra incapacità”.