Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Chiedilo a loro c’è anche la Progetto Sud di Lamezia

Nella campagna dell'otto per mille è una delle nove opere al centro. Sostenuta dalla Chiesa Cattolica con 60 mila euro
1.06K 0

Disponibili sul sito www.chiediloaloro.it i quattro video relativi alla Comunità Progetto Sud raccontano, attraverso le testimonianze di don Giacomo Panizza, fondatore e presidente della Comunità, delle ragazze della cooperativa Le Agricole, dei volontari e degli assistiti i numerosi progetti realizzati.

Un prete al servizio degli esclusi, costruttore di solidarietà. Don Giacomo Panizza e la sua
comunità “Progetto Sud” lavorano al rafforzamento sociale del territorio, anche con la Caritas
diocesana.

Dal 1976 il sacerdote bresciano si dedica a disabili e fasce deboli, prima spesso relegati
in casa, vincendone il silenzio e la rassegnazione. Don Giacomo punta per loro ad autonomia
economica e ruolo, non alla sola assistenza.
Sono nate così le cooperative per la formazione, il trasporto e il recupero scolastico dei disabili. E
ancora, un centro riabilitazione (in convenzione con la Asl), i gruppi di familiari di minori con
handicap, l’inserimento lavorativo per i non vedenti, l’auto-organizzazione all’insegna del “si può
fare”.

Negli anni ‘80 sul territorio gli operatori intercettavano ancora minori disabili mai andati a
scuola: così la comunità promosse in Calabria la prima legge regionale per superare
l’emarginazione di questi cittadini (n. 28/84).
Oggi funzionano anche volontariato in carcere e comunità di recupero dalle tossicodipendenze,
case-accoglienza per le gestanti e ludoteca nei quartieri a rischio, patti territoriali per
l’occupazione giovanile, bottega del commercio equo e azienda agricola bio a sostegno di malati di
Hiv. Una galassia di interventi.
Don Giacomo è nel mirino delle cosche dal 2002 quando spezzò il cerchio della paura gestendo un
bene confiscato. Subì ripetuti attentati e da allora vive sotto scorta. L’8xmille della Chiesa italiana
sostiene la sua opera con 60mila euro l’anno. E la sua missione quotidiana con i fondi per il
sostentamento dei preti diocesani.

Da sacerdote in questi anni ho costruito insieme a persone in carrozzella, famiglie in difficoltà, disarmati e sfiduciati, “perché attraverso di loro fossero manifestate le grandi opere di Dio”spiega don Panizza. Ho scommesso su questa pagina del Vangelo di Giovanni, in cui Gesù spiega così il destino del cieco nato. L’esperienza del fare insieme ha dato molti frutti. C’è una grande fiducia nella Chiesa, il prete può fare sempre la differenza. Tanti cittadini ci affiancano nonostante le intimidazioni perché sanno di costruire così un’Italia diversa anche per se stessi. La dignità di ognuno viene dal Vangelo. Impegnarsi per la giustizia in terre di mafia non è facile, ma io avrei più paura a stare zitto e a sottomettermi ai prepotenti.

www.comunitaprogettosud.it

Il link alla pagina dedicata su chiediloaloro.it:

http://www.chiediloaloro.it/storie/2014/comunita-progetto-sud
I video possono essere condivisi tramite il canale YouTube 8xmille al seguente link:
http://youtu.be/r-oF7i1QlBU