Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Coincidenze per turisti … qui a Lamezia

Odissea di emigrato-turista che vola da Bergamo a Lamezia e per arrivare a Reggio impiega cinque ore
,
973 0

Vi sarà capitato di fare la fila alla stazione ferroviaria di Lamezia Terme centrale per un biglietto? Per un’informazione, quando lo sportello è aperto o vi sarà capitato di aspettare pazientemente nell’androne che qualche amico, parente arrivasse per il ritardo accumulato? In questi giorni il clima si surriscalda spesso, perché arrivano a frotte, i turisti-emigrati che vogliono trascorrere qualche giorno nella natia Calabria. Ovviamente utilizzano i voli economici delle compagnie europee e poi il più delle volte piombano alla stazione, nella speranza di poter trovare un bus o un treno per il paese d’origine o meglio la città. I più avveduti si fanno venire a prendere, perchè conoscono la precarietà dei trasporti o si sono documentati anzitempo sulle reali possibilità di spostarsi con mezzi pubblici, una volta arrivati all’aeroporto internazionale di Lamezia Terme.

biglietteria_stazione_ferroviaria_lamezia

È capitato nei giorni scorsi che un signore di Reggio Calabria e l’accento non lo tradiva, è arrivato allo scalo aeroportuale, poi con l’ottima navetta messa a disposizione dalla Lameziamultiservizi è arrivato in stazione, certo di trovare un treno che lo portasse nella città dei bronzi. Si è dovuto arrendere alla verità dei fatti e dei trasporti su rotaia in Calabria. Il primo treno diretto per Reggio era intorno alle 13,00. Intanto lui era arrivato da Bergamo a Lamezia alle 8,30 circa, alle 9,00 era già in stazione. Sul primo treno notte in transito gli hanno vietato di salire a bordo, come avviene normalmente, per cui la soluzione era aspettare il regionale per Rosarno alle 10,45. Poi arrivato nel centro della piana prendere una coincidenza per la città dello stretto. Arrivo previsto sicuramente dopo le tredici. Niente male.

Il signore desideroso di trascorrere qualche giorno nella terra d’origine impiega meno per spostarsi da Bergamo a Lamezia che dal centro della piana alla punta dello stivale. Meno di due ore per arrivare dalla Lombardia alla Calabria, circa mille e duecento chilometri. Poi per percorrere centoventi chilometri cinque ore di cui tre di percorrenza se gli va bene e due di attesa. Niente male.

Questo è un caso che abbiamo rilevato perchè il signore si è agitato, ha lanciato improperi verso la Calabria, poi è stato calmato da un dipendente delle ferrovie che lo ha aiutato ad affrontare il disagio. Non si rassegnava il signor turista-emigrato, però  alle 10,45 è salito sul treno regionale per Rosarno via Tropea, si sarà goduto un po’ di paesaggio e di mare che sicuramente lo avrà riconciliato con le disfunzioni calabre, che sono come un’onda di mare agitato.

Bisogna saper navigare in questo mare procelloso. La Calabria non è per tutti i turisti e viaggiatori.

passeggeri_stazione_ferroviaria_lamezia