Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Conad Lamezia – Penultimo atto in un campionato già da tempo segnato.

Vita facile per lo Spoleto . I lametini ancora senza Fantini e con altre due bande non al top
315 0
Conad Lamezia –  Penultimo atto in un campionato già da tempo segnato.

CONAD LAMEZIA 1  – MONINI SPOLETO 3  — (18-25, 19-25, 25-21, 27-29)

Durata set: 24’-33’-27’-27’ Totale:2h01’

CONAD LAMEZIA: Negron, Bigarelli 23, Bizzotto6 , Aprile 7, Bruno 17, Butera 5, Zito lib.(91% positiva-73 % perfetta),  Ingrosso 5, De Santis, Alfieri, 2

Non entrati: Anselmi,

Allenatore: Gianpietro Rigano

Ace: 7, battute sbagliate: 15, muri: 8, Ricezione: pos  61%, perf. 35%, Attacco: 44%

MONINI SPOELTO: Zoppellari 1, Padura Diaz 24, Zamagni 9, Aguenier 16, Mariano 10, Ottaviani 5, Santucci lib. (44% positiva- 25% perfetta), Fedrizzi 6,  Costanzi

Non entrati: Katalan, Festi, Rosso, Di Renzo, Segoni,

Allenatore: Francesco Tardioli

Ace: 5, battute sbagliate: 10, muri: 18, Ricezione: pos.52 % , perf. 33%, Attacco: 49%

Arbitri:  Fabio Scarfò di Reggio Calabria, Cristian Palumbo di Cosenza.


Ancora senza Fantini e con altre due bande non al top (sia Ingrosso che Butera lamentano qualche acciacco) la Conad gioca senza aver più nulla da perdere la gara casalinga, penultima della stagione, a Cosenza contro la Monini Spoleto. Ne viene fuori una gara bella, bel giocata dai giallorossi, una gara che non fa altro che aumentare i rimpianti per un campionato buttato alle ortiche troppo presto. Persi i primi due set Bigarelli e compagni sfoderano nei successi due una prestazione di sostanza e qualità, mettendo alle corde i più quotati ospiti che solo ai vantaggi nel quarto set riescono a conquistare i 3 punti.

Sotto 1-4 la Conad trova, grazie al turno in battuta di Negron, il break per rimontare fino al sorpasso 5-4. La Conad risponde punto a punto e il set resta in equilibrio fino all’11-11, quando Spoleto trova l’allungo fino al 11-14. La reazione giallorossa c’è ma non è sufficiente e Spoleto allunga ancora 16-21 e chiude con un muro di Zamagni su Bigarelli 18-25.

Zito e compagni partono con un buon piglio nel secondo parziale che vede Ingrosso in campo dall’inizio al posto di Butera. Equilibrio assoluto fino al 5-5 poi i giallorossi sbagliano qualche palla di troppo e Spoleto è subito pronta ad approfittarne allungando 12-16  con un Aguenier sopra le righe uno Zoppellari che con maestria distribuisce palloni d’oro ai suoi compagni. Il set scivola via senza ulteriori sussulti con il punteggio di 19-25 per gli ospiti.

Nel terzo set in campo Alfieri al palleggio, già subentrato a Negron nei punti finali del secondo parziale. Come nei precedenti set inizio equilibrato poi è la Conad a piazzare il primo break 13-10 e ad allungare ancora grazie ad un’ottima intesa in campo e grande attenzione in difesa (20-16). Libera da pressioni e pensieri la Conad gioca bene e Spoleto soffre. Un muro di Bruno su Padura Diaz chiude il parziale 25-21.

Resta in campo Alfieri nel quarto set, dopo aver magistralmente diretto i suoi nel set precedente. Spoleto riparte però con un piglio decisamente più combattivo e mette subito in salita la strada dei giallorossi 2-6. Il vantaggio ospite aumenta fino al + 6 (6-12). La squadra di Rigano però ne ha ancora e recupera lo svantaggio fino a portarsi in parità sul 17-17 con Bigarelli a fare la voce grossa e trovare il sorpasso con l’ace di Alfieri 18-17. La gara si fa accesa e una palla rivista al videocheck da il doppio vantaggio ai lametini 20-18 che poco dopo allunga ancora (22-19) con un muro perentorio di Butera su Padura Diaz. Sul 24-21 i giallorossi hanno 3 palle per prolungare il match al quinto set ma le fallisce tutte permettendo il ritorno di Spoleto che conquista addirittura la sua prima palla match, annullata da Bruno 25-25. La Conad annulla anche una nuova palla match per gli ospiti che ne conquistano però una terza, anche questa annullata da Bruno. Arriva anche la quarta palla per chiudere la gara per Spoleto che vince 27-29 con l’ace di Padura Diaz, palla impossibile da trattenere per Butera.