Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il consigliere provinciale Armando Chirumbolo invita il nuovo Direttore Generale della Sacal , ingegnere Piervittorio Farabbi, a tenere sempre presente la centralità dell’aeroporto lametino.

329 0
Il consigliere provinciale Armando Chirumbolo invita il nuovo Direttore Generale della Sacal , ingegnere Piervittorio Farabbi, a tenere sempre presente la centralità dell’aeroporto lametino.

“Apprendo dalla stampa che l’ingegnere Piervittorio Farabbi, attuale direttore della società che gestisce l’aeroporto internazionale di Perugia, è stato nominato direttore generale della Sacal S.p.A., con delibera del Consiglio di Amministrazione dello scorso 31 agosto, su proposta del Presidente De Felice”.

E’ quanto afferma il consigliere Provinciale Armando Chirumbolo. “La notizia impone una riflessione che rivolgo come un augurio di buon lavoro – osserva Chirumbolo – considerato che l’esperienza di Farabbi nel settore aeroportuale proviene dalla gestione dello scalo aeroportuale Umbro di Perugia, il quale, come risulta evidente dai dati ufficiali del 2016, ha un traffico annuo di  220.000 passeggeri, che è meno di un decimo di quello che attraversa il solo aeroporto di Lamezia Terme, meno della metà di quello di Reggio Calabria, ed è addirittura inferiore a quello di Crotone, nonostante che quest’ultimo sia stato chiuso dall’Enac dal 1 novembre 2016”.

“Dispiace, comunque, constatare – prosegue Chirumbolo – che i collegamenti aerei annunciati da De Felice a partire dal mese di settembre tra l’Umbria e la Calabria, ossia proprio tra l’Aeroporto di Perugia e quello di Lamezia, che dovevano essere effettuati dalla Compagnia FlyVolare, non ci saranno più a causa della mancata presentazione della necessaria documentazione nei termini previsti”. “La presentazione del Certificato di operatore aereo e della Licenza di esercizio di trasporto aereo della compagnia maltese – precisa il consigliere Provinciale Chirumbolo – erano condizioni basilari per autorizzare il nuovo volo che avrebbe interessato la tratta Perugia/Lamezia Terme. Ironia della sorte vuole che proprio il nuovo direttore generale della Sacal S.p.A., l’ing. Piervittorio Farabbi, è il direttore uscente di Sase, la società di gestione dell’aeroporto del capoluogo umbro”. “La Sase, infatti, sotto la direzione di Farabbi, aveva portato avanti – aggiunge Chirumbolo – la trattativa con la Compagnia FlyVolare che, mediante il nuovo volo Perugia/Lamezia Terme e viceversa, avrebbe arrecato benefici a entrambi i territori interessati creando così un collegamento diretto tra l’Umbria a forte presenza turistica e la Calabria che oggi è sotto la lente di ingrandimento dei maggiori Tabloid internazionali, ivi compresa da ultimo, proprio la città di Lamezia. Una migliore gestione della vicenda, forse , avrebbe  impedito tale epilogo ed evitato la cancellazione dei voli”.

“Mi auguro comunque che – conclude Chirumbolo – il nuovo direttore generale di Sacal voglia rimarcare la centralità dell’aeroporto Internazionale di Lamezia Terme nel contesto degli scali calabresi, per come deliberato dalla massima assise della città di Lamezia nell’ultimo Consiglio comunale del 19 settembre scorso, riunitasi per delineare le linee guida per il futuro della Sacal e della più importante infrastruttura calabrese”.