Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il consigliere regionale Di Natale (IoRiCal) chiede che anche la Calabria sperimenti l’Aviga

122 0

“Il Comitato tecnico-scientifico dell’AIFA, l’Agenzia nazionale del farmaco, ha dato ieri il via libera alla sperimentazione del farmaco Avigan, pertanto chiedo alla presidente Santelli che venga avviata la sperimentazione anche in Calabria, poiché dopo una prima analisi sui dati disponibili relativi all’Avigan (Favipiravir) si sta procedendo ad ottimizzare programmi per valutarne l’impatto.” E’ quanto dichiara il consigliere regionale Graziano Di Natale (IoRestoInCalabria) aggiungendo: ”Così come già avviene in Veneto e come si accinge a fare la Lombardia, si potrebbe avviare, così,  anche nella nostra regione una sperimentazione che sembrerebbe avere effetti positivi nella prima fase dell’insorgenza della malattia.”

Ancora Di Natale: “Sarebbe molto importante che la Calabria parta col piede giusto insieme alle altre Regioni che hanno già deciso in proposito, visto che il direttore generale di Aifa, Nicola Magrini, ha relazionato positivamente al ministro Speranza sullo sviluppo di un programma di sperimentazione e ricerca allo scopo di valutare l’impatto del farmaco nelle fasi iniziali della malattia”.

“Abbiamo appreso – aggiunge il consigliere – che nei prossimi giorni saranno resi operativi i protocolli, come già avvenuto per le altre sperimentazioni in corso. Non ci sono ancora certezze e non bisogna certo alimentare facili illusioni su questo nuovo farmaco. L’Avigan, però, dopo i significativi risultati di successo registrati in Giappone deve adesso essere testato”.

“Ecco perché – spiega l’esponente politico – ho deciso di sollecitare la presidente Jole Santelli affinché la Calabria entri a pieno titolo, immediatamente, nel gruppo di testa delle Regioni impegnate su questa sperimentazione. Spero vivamente che anche qui si possa svolgere un ruolo positivo che contribuisca a eliminare questo maledetto virus. Se c’è anche solo la minima possibilità, sono convinto che si debba procedere e che la Calabria possa far bene la sua parte”.