Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Consiglio Comunale riunitosi a Maida: approvata la variazione di bilancio

Il Sindaco Natale Amantea ha risposto alle affermazioni della minoranza
525 0

Si è tenuto a Maida, il 30 novembre scorso, un importante Consiglio Comunale con all’ordine del giorno il riconoscimento di un debito fuori bilancio verso la Regione Calabria per tariffa smaltimento rifiuti Anni 2013-2014 e l’approvazione di una variazione bilancio esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017.

Durante la seduta consiliare vi è stato un acceso dibattito tra il Sindaco Natale Amantea ed un esponente della minoranza che criticava l’operato dell’Amministrazione targata “Insieme Per Maida”. Il primo cittadino ha voluto sottolineare che: “quest’amministrazione rappresenta un esempio positivo per tanti altri centri calabresi e solo grazie al nostro impegno si è potuto porre rimedio alla cattiva amministrazione operata dalle due compagini che, rispettivamente nel 1992 e nel 2006, hanno portato alla venuta del Commissario prefettizio nel nostro amato comune. In entrambi i casi si trattava di due squadre amministrative vicine all’attuale solitario esponente del movimento “Libertà è Partecipazione”, il consigliere comunale di minoranza (subentrato solo a seguito delle dimissioni del suo candidato a sindaco) Salvatore Paone, da quindici anni ininterrotti segretario cittadino dei DS prima e del PD poi. Quest’ultimo, complice della cattiva amministrazione degli esponenti a lui vicini, dimostra ancora una volta ignoranza politica e si ostina ad attaccare a destra e a manca senza benché minima “ratio” solo allo scopo di fare campagna elettorale per la sua lista, percependo, evidentemente con preoccupazione, l’incombere delle prossime elezioni amministrative. Ma ciò che importa a noi di “Insieme Per Maida” non sono le polemiche sterili ma il bene del nostro comune e, tra i tanti successi portati a temine, c’è da ricordare alla minoranza ed a tutta la nostra comunità che, solo grazie all’azione politica e legale portata avanti dal sottoscritto, è stato possibile far decorrere i termini relativi al pagamento delle somme dovute dal Comune di Maida alla regione per l’erogazione dell’acqua facendo maturare la prescrizione relativa agli anni che vanno dal 1971 al 1981 e facendo in modo che le nostre casse municipali potessero risparmiare somme ingenti non rientranti, quindi, nel debito fuori bilancio menzionato in precedenza.

Siamo certi di aver operato ancora una volta per il bene della nostra comunità e non accettiamo lezioni ed insulti gratuiti da chi è stato tra gli artefici di disastri amministrativi di ingenti dimensioni. Nelle prossime settimane proseguiremo con le nostre iniziative e con la nostra attività di gestione della cosa pubblica, al fine di poter portare a termine un 2015 positivo e di poter avviare un 2016 ricco di novità e di soddisfazioni per tutto il nostro paese”.