Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Corigliano Calabro: distrutto un quintale di pesce

Era stato posto in vendita abusivamente da due commercianti. Ma è bene “distruggere”?
1.14K 0

In Africa, ovvero nei Paesi in cui la fame miete vittime in numero quanto mai più elevato, ad apprendere siffatte notizie ci muoverebbero guerra, e la reazione sarebbe comprensiva qualora si spiegasse il perché. Un dispaccio di agenzia giornalistica informa, infatti, che a Corigliano Calabro il personale della Capitaneria di Porto ha sequestrato un quintale di pesce venduto abusivamente da due commercianti che sono poi stati denunciati. Durante i controlli, approfondisce tale nota, non sono stati trovati i documenti per la tracciabilità dei prodotti ittici, che sono stati distrutti.

Viene normale da chiedere: perché distruggere e non sfamare bocche che puzzano dalla fame? Bè, se erano scaduti, è comprensibile.
Altrimenti fa più sensazione una siffatta decisione che l’azione compiuta dai due commercianti ambulanti.