Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Cortale, anche quest’anno grande successo per Jazz&Vento

,
418 0

Cortale (CZ)- Conclusa con successo la 14^edizione di Jazz&Vento, il contest musicale o festival del genere jazz che anche quest’anno ha riscosso un ampio consenso di pubblico, giunto da tutto il circondario per l’evento.

Due serate di altissimo livello (6-7 agosto) con cui è stato ribadito il trend di qualità delle rassegne precedenti.

Ciò reso possibile grazie, soprattutto, all’impegno profuso dall’Assessore alla Cultura Simona Papaleo e dal direttore artistico Franco Suppa che hanno curato nei minimi dettagli l’organizzazione della kermesse, dedicata, per questa edizione, alla memoria di Jaco Pastorius  con una scultura in legno posizionata sul palco, opera di Carlo Marinaro.

Domenica 6 agosto il festival ha vissuto momenti intensi con i Doctor3, trio d’eccezione formato da Danilo Rea (piano), Enzo Pietropali (contrabbasso) e Fabrizio Sferra (batteria), di cui fino a un paio d’anni fa si parlava con malinconia poiché, dopo dieci anni insieme, nel 2009 si erano separati e avevano preso strade diverse. Ma come si dice, la forza della musica può sopra ogni cosa e nel 2014 hanno deciso di riprendere il viaggio interrotto tempo addietro. Un live particolarmente ispirato quello di Cortale, in cui è emersa la forte empatia dei tre musicisti che hanno regalato l’emozione di una lunga instancabile esibizione conquistando i numerosi ascoltatori, anche quelli più estranei al jazz colto, con un repertorio che spazia dai capisaldi del jazz al pop/rock, alla musica italiana, mescolandosi con sonorità e ritmiche proprie del loro istinto.

Grande successo anche la sera successiva con il quintetto accreditato a Kenny Garrett, sensazionale altosassofinista statunitense, messosi in luce per le brillanti collaborazioni con numerose formazioni di spicco, tra cui il celebre quintetto di Miles Davis. Per l’occasione Garrett ha proposto i suoi brani più celebri, soprattutto del suo ultimo disco “Do your dance”, con una carica comunicativa trascinante per il vasto pubblico intervenuto a seguire l’evento. Infatti sebbene Garrett sia partito da premesse opposte a quelle dei Doctor3, dato il suo approccio più rigoroso alla tradizione jazz americana, è riuscito comunque ad ottenere lo stesso risultato: un coinvolgimento degli ascoltatori, deliziati dalla straordinaria tecnica, l’eleganza esecutiva e la sua energia carismatica.

Il risultato positivo inorgoglisce il direttore artistico Franco Suppa, uno dei decani del jazz calabrese: «un’edizione coinvolgente che ha soddisfatto pienamente le aspettative con un programma degno dei migliori festival del genere».

Segue l’Assessore alla Cultura Simona Papaleo: «Anche questa 14^ edizione si è svolta all’insegna della musica di alta qualità per un festival che vuole continuare ad essere un appuntamento imprescindibile dell’estate calabrese. L’impegno e gli sforzi dell’Amministrazione Comunale che organizza l’evento sono stati, come sempre, ricompensati dall’affetto e dalla partecipazione dei tanti che, anche quest’anno, hanno affollato la nostra piazza. Non è semplice continuare a portare avanti questo progetto, perché un genere musicale non molto popolare, ma noi ci crediamo tantissimo e ci auguriamo che la manifestazione cresca di anno in anno e continui ad essere un’importante attrattiva per il nostro piccolo comune».