Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Crosia – Tordo realizza la “scarpetta di Cenerentola” per “Expo – Sposi “

Intanto il maestro orafo presenta a tre food bloggers giapponesi il prototipo del “Tesoro di Priapo”
970 0
Crosia – Tordo realizza la “scarpetta di Cenerentola” per “Expo – Sposi “

33esima edizione Expo Sposi & Casa di Reggio Calabria. Il Maestro Tordo designer e testimonial di uno degli eventi più prestigiosi organizzati all’interno dell’importante vetrina che si estende su una superficie di oltre 7mila e 500 metri quadri, dedicata ai futuri sposi e agli addetti ai lavori. La prossima Domenica, 4 Ottobre 2015, si chiude con il Live Show che prevede la Caccia al tesoro, la “Scarpetta di Cenerentola”, disegnata e creata proprio dal Maestro Crosiota e riservata alle coppie di Expo Sposi.

 Prosegue l’ascesa del giovane orafo che, dopo i numerosissimi successi ottenuti oltre Regione, comincia a diventare, sempre di più, punto di riferimento anche in Calabria.

Nei giorni scorsi, infatti, ad avvalorare ulteriormente questo legame con la sua terra, la manifestazione, legata al più ampio contenitore di Miss Italia, nel corso della quale le semifinaliste calabresi, comprese le due finaliste Bina Forciniti, Miss Calabria 2015 e Maria Giulia Iannì, Miss Kia, hanno sfilato indossando i gioielli delle inconfondibili collezioni firmate Tordo.

Sono soddisfatto – dichiara Tordo – perché il mio principale obiettivo è da sempre quello di contribuire alla crescita e alla promozione della Calabria. E l’idea di essere partner, griffe e in qualsiasi modo testimonial dei principali eventi che si svolgono nella mia Regione, non può che rendermi fiero di poter dimostrare e testimoniare quotidianamente, con il mio impegno, che la mia terra non è e non può essere assimilata solo a quei concetti negativi che per troppo tempo ne hanno inficiato e screditato ogni possibilità di affermazione e sviluppo. E finché avrò energie le spenderò per continuare a portare avanti con impegno e dedizione il mio progetto, con l’intento di contribuire al difficile processo di riscatto che può aver luogo solo se noi giovani non smettiamo di crederci e se la politica comprende l’importanza di investire nell’arte e nella cultura che, automaticamente, oltre a generare un ricambio generazionale – conclude – garantirebbe lo sviluppo turistico e, dunque economico.