Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Dalla mobilitazione un momento straordinario di riscatto per la Calabria

656 0

La straordinaria mobilitazione del 4 novembre ha prodotto senza dubbio un passo in avanti. L’avere ottenuto un tavolo ad hoc per mercoledì 12 novembre che tratti questa volta in maniera paritetica (Governo e Parti Sociali insieme) la spinosa questione del precariato, della disoccupazione è un evoluzione importante.

Ad affermarlo in una dichiarazione congiunta sono i Segretari Generali Regionali Carlo Barletta  (FeLSA Cisl)  e Gianvincenzo Benito Petrassi  (UILTemp@) i quali  dal tavolo Calabria si aspettiamo risposte e non già generiche promesse già prima del 12 novembre  auspicando:

  • lo sblocco delle risorse a copertura dei pregressi maturati dai lavoratori percettori di ammortizzatori sociali in deroga,
  • il pagamento degli indennizzi dell’intero anno 2013 per tutti i lavoratori in mobilità e cassa in deroga.
  • la possibilità di usufruire degli ammortizzatori in deroga per l’annualità 2014 non più per soli 8 o 10 mesi ma l’intera annualità
  • l’autorizzazione da parte del MEF alla regione per l’utilizzo dei fondi PAC , indispensabili per garantire le relative coperture finanziarie
  • assegnazione delle risorse per la contrattualizzazione
  • la pubblicazione dei decreti attuativi finalizzati ad avviare formalmente i percorsi di stabilizzazione dei precari (LSU/LPU, ecc.…) .

“Ovviamente il “tavolo” può essere luogo privilegiato per comprendere definitivamente quali  politiche e quali investimenti intende fare il Governo in Calabria per rilanciare l’economia e conseguentemente  il lavoro (vera emergenza delle emergenze)” affermano i due firmatari “su queste richieste non occorre spingersi sul terreno della mera trattativa. Si tratta piuttosto di mantenere fede a quelli che sono gli impegni più volte puntualmente disattesi o semplicemente accantonati. Il Governo sappia sin da ora che il “tavolo” del 12 novembre può rappresentare un momento straordinario di riscatto per la Calabria. Ovviamente , ed appare pleonastico ribadirlo, manteniamo , in attesa di sviluppi positivi, lo stato di agitazione e mobilitazione dei lavoratori che troppe volte hanno subito immeritate delusioni”