Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Dalla Smart City allo Smart Land, Crosia fa da apripista – Mettere in rete le risorse del territorio e renderle produttive: se ne discuterà al PalaTeatro

235 0

CROSIA (Cs) – Lunedì, 5 Giugno 2017 – Come costruire e mettere in rete un territorio sostenibile, intelligente e inclusivo. Crosia, dopo aver intrapreso con successo e con primi entusiasmanti riscontri i processi di sviluppo di una smart city, ambisce a coinvolgere in questo piano di rigenerazione ed evoluzione dei servizi al cittadino l’intero territorio ionico della Sibaritide e della Valle del Trionto. Così da creare, sulla scorta delle positive esperienze che giungono da diverse realtà europee, uno smart land che sappia partire dalla valorizzazione e riqualificazione del patrimonio pubblico/privato esistente che attende nuove iniziative di rilancio.

Sarà questo il tema del meeting, promosso dall’Amministrazione comunale a guida Russo con la partnership del Centro europeo studio Ambiente e Società (CESAS), il patrocinio della Regione Calabria e la media partnership di CMP Agency – in programma per domani (Martedì, 6 Giugno), a partire dalle Ore 17.30 presso il PalaTeatro comunale “Carrisi” a Mirto – sul tema Fare rete per lo sviluppo: Cooperazione e concertazione tra gli Enti pubblici e privati del sistema produttivo della Sibaritide. Dalla Smart City allo Smart Land.

I lavori del confronto-dibattito, moderati dalla giornalista e consulente marketing Giusj De Luca, saranno aperti con i saluti istituzionali del Sindaco di Crosia, Antonio Russo. A seguire, la relazione tecnica del Prof. Roberto Bartolomucci, Presidente del Cesas, incentrata sulle nuove politiche di sviluppo locale: Riqualificazione della Sibaritide, attraverso la riconversione di alcuni capannoni per la realizzazione di un diffusore di qualità territoriale per Crosia-Mirto e Comuni limitrofi. A seguire, interverranno il Responsabile dell’Ufficio Europa del Comune di Rossano, Benedetta De Vita, il Commissario straordinario dell’ARSAC, Stefano Aiello. A seguire il dibattito che sarà concluso con gli interventi di Klaus Algieri, Presidente della Camera di Commercio di Cosenza, e dell’On. Mauro D’Acri, consigliere regionale con delega all’Agricoltura.

smart«In uno smart Land – dice il Sindaco Russolo sviluppo avviene attraverso la costruzione di una rete delle reti diffuse, nella quale i diversi portatori di interesse e le comunità possono svolgere un ruolo attivo, sviluppando progetti, programmi e processi che imprese possono utilizzare per aumentare la propria competitività e capacità di creare occupazione a livello locale

«Il nostro territorio – aggiunge il Primo cittadinoparte da un patrimonio di conoscenza e produttività importante ma non più al passo con i tempi, come appunto l’ex Piccinelli, centro sperimentale di eccellenza per l’intera Calabria. Che, però, da solo, considerate le attuali dinamiche economiche, rischia di rimanere improduttivo

«A meno checoncludenon si crei, appunto, una rete di interessi territoriale che può produrre, attraverso l’utilizzo intelligente delle risorse presenti un nuovo profitto e quindi nuovo sviluppo e lavoro