Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“San Giovanni Paolo II è un assassino” Oliviero Toscano denunciato

Le Associazioni cattoliche insorgono
,
1.08K 0

Deve esservi una moda che serpeggia tra le genti senza che ne sia stata data comunicazione ai più: la blasfemia. Non si spiegherebbero altrimenti le innumerevoli testimonianze di dichiarazioni, spettacoli, canzoni ed articoli collegati dal filo rosso dell’insulto alla religione Cristiana ed alla persona di Gesù.

Solo negli ultimi mesi abbiamo dovuto assistere all’ospitata – lautamente pagata con i soldi del nostro canone – di un cantante blasfemo al Festival di Sanremo ed al programma di Rai 2, LOL, in cui Gesù viene rappresentato come gay in effusioni che  alludono ad un matrimonio omosessuale.

Ma se anche la rete ammiraglia di viale Mazzini mette in onda spettacoli analoghi, perché la radio dovrebbe rimanere indietro?

Durante la trasmissione radiofonica “La Zanzara” del 2 maggio è stato invitato Oliviero Toscani il quale si è reso protagonista di una serie di dichiarazioni gravemente offensive nei confronti della Chiesa e della Fede.

La Chiesa diviene, nelle parole del noto fotografo, un “club sadomaso” e “la più grande invenzione omosessuale che sia mai esistita, i cui appartenenti si vestono da donna”; gli angeli sono “bambini nudi che volano”, esposti in un contesto in cui –sempre a suo dire- serpeggia un clima di pedofilia in quanto Vorrei sapere se esiste qualcuno che da bambino non abbia mai subito molestie da un prete”. Non solo. Papa Francesco è un “vecchio banale” e San Giovanni Paolo II “un assassino”.

I radioascoltatori hanno risposto molto negativamente allo show del Toscani, inondando la redazione di Radio 24 di lamentele e critiche.

Siamo però convinti che non si possa lasciar passare sotto silenzio o comunque impuniti certi atteggiamenti: non accettiamo che in questo mondo si sia liberi di fare tutto fuorché difendere la tradizione ed il rispetto verso il buon senso.

Per questo motivo,i Giuristi per la Vita e l’Associazione  ProVita onlus hanno deciso di presentare una denuncia nei confronti di Oliviero Toscani per offesa ad una confessione religiosa mediante vilipendio personale (art. 403 Codice Penale) e mediante vilipendio di cose (art. 404 Codice Penale).

Gli Organismi di cui sopra non sono nuovi ad azioni di questo tipo: sono  impegnati sul fronte della lotta alla pedofilia, in difesa della Vita dal suo concepimento e del diritto alla libertà educativa dei genitori –ambito sotto perenne attacco da parte delle Istituzioni anche tramite l’indottrinamento gender. Prestano anche attenzione a ciò che i mass media propongono convinti, come siamo, che sempre di può i modelli da loro proposti divengano parte integrante di un percorso formativo purtroppo anche negativo.

Dispiace osservare come non abbiamo il dovuto rispetto per la religione dei nostri Padri, la stessa che ha generato la civiltà occidentale e prodotta una bellezza di inestimabile valore che l’uomo moderno non solo non riesce a difenderla ma con abilità distrugge.

Fonte: Provita