Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

I diversi messaggi pervenuti in Redazione per esprimere solidarietà al Sindaco di Taurianova Fabio Scionti e alla sua famiglia per il vile, grave ed inaudito atto criminale-

solidarietà,messaggi,attentato,taurianova,sindaco
355 0

“Ho avuto modo di parlare con il sindaco Scionti per esprimergli la vicinanza mia e dell’intero Partito democratico, dopo l’atto di barbarie di cui è stato vittima la notte scorsa”.

Ad affermarlo è Ernesto Magorno, segretario regionale Pd Calabria, che aggiunge: “Un gesto di una violenza inaudita, un’intimidazione vile che condanniamo con fermezza. Al sindaco non ho potuto che ribadire l’affettuoso invito a proseguire nell’impegno politico-amministrativo nell’esclusivo interesse di Taurianova e dei suoi cittadini, che guardano al Comune come un punto di riferimento sulla strada del riscatto socio-economico e culturale”.

Solidarietà e vicinanza al sindaco di Taurianova arrivano anche da parte di Giovanni Puccio, coordinatore Pd dell’area metropolitana di Reggio Calabria, il quale nelle prossime ore accompagnato da una delegazione del partito, farà visita a Scionti per testimoniare affetto e sostegno nei confronti della sua famiglia. (Ernesto Magorno, segretario regionale Pd Calabria)

Esprimo sincera solidarietà al Sindaco Fabio Scionti e alla sua famiglia per il vile, grave ed inaudito atto criminale che nella notte scorsa ha distrutto la sua vettura. Il gravissimo episodio riaccende i fari sulla città di Taurianova che, con sacrificio, sta cercando di risollevarsi dagli anni bui trascorsi.

A Taurianova occorrono urgenti interventi per la sicurezza, giacché è chiaro che gli uomini delle locali ‘ndrine continuano in sordina a voler dominare su tutto e su tutti e non accettano la sana pubblica amministrazione. In un Comune il cui Consiglio è stato sciolto per ben tre volte per infiltrazione mafiosa mi appare assurdo che la Magistratura taccia da anni.

Innanzi ad una simile grave barbarie mi auguro che tutte le forze politiche ed associazionistiche si uniscano per impedire che Taurianova ripercorra i passati anni nefasti.

Al Sindaco Fabio Scionti assicuro la mia vicinanza unita all’incoraggiamento a non rinunciare a proseguire nell’incarico che la cittadinanza gli ha affidato.  (On. Angela Napoli)-

“Un gesto di gravità assoluta contro un uomo per bene e un amministratore di qualità”. Il consigliere regionale Francesco D’Agostino (Oliverio Presidente), appresa la notizia dell’atto intimidatorio perpetrato nella notte ai danni del Sindaco di Taurianova e Consigliere Metropolitano Fabio Scionti, ha condannato con fermezza l’accaduto, esprimendo piena solidarietà all’amministratore e alla sua famiglia.

“Scionti sta lavorando al servizio della comunità di Taurianova con abnegazione – ha ricordato D’Agostino – mettendo in pratica competenze e valori importanti. Il percorso da lui intrapreso punta alla crescita sociale, economica e culturale della sua città attraverso i canoni della trasparenza, dell’efficienza e della legalità. Evidentemente qualcuno non apprezza questo operato virtuoso e lo dimostra con gesti vergognosi che attaccano frontalmente lo Stato e i suoi rappresentanti sul territorio”.

 “Consegnando la mia vicinanza a Fabio Scionti e ai suoi familiari – ha scandito il consigliere regionale – ribadisco, anche a nome del movimento ‘A Testa Alta’, la ferma condanna dell’atto, con la convinzione che tale accadimento non metterà in discussione quanto di buono fatto da lui e dalla sua Amministrazione. Sono certo – ha aggiunto ancora D’Agostino – che il sindaco saprà andare avanti con maggiore forza e determinazione. Accanto a lui ci sono tutti i cittadini onesti, le istituzioni, le associazioni che lavorano per costruire futuro e vera legalità. L’auspicio è che le Forze dell’Ordine facciano luce al più presto sulla vicenda, assicurando alla giustizia gli autori e restituendo serenità a Fabio Scionti, alla sua famiglia e alla comunità taurianovese”. (consigliere regionale Francesco D’Agostino (Oliverio Presidente), )

“Non c’è nulla che nel tempo non sia stato detto e, proprio per non scadere in una retorica trita e ritrita, mi limito ad esternare il mio sconcerto e il mio senso di impotenza davanti all’inesorabile morte dei residui frammenti di speranza per una Taurianova diversa, per una Calabria migliore”.

E’ quanto dichiara il sociologo Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, in relazione all’attentato subito dal sindaco di Taurianova, Fabio Scionti, la cui autovettura è stata fatta esplodere nelle prime ore della notte scorsa davanti la propria abitazione.

“A “certa Calabria” fa paura l’onestà – incalza il Garante – perché delimita lo spazio d’azione di quanti sono abituati ad ottenere risultati utilizzando l’arma del terrore, della violenza. E Fabio Scionti è persona di indubbia e specchiata moralità, che non può che incutere timore a quella “certa Calabria”. Alla sua elezione ho sperato che qualcosa cambiasse nel mio paese natio, che giovanissimo ho amministrato. Ho immaginato un percorso di ripresa capace di unire tutte le forze politiche, sociali ed economiche di un comune storicamente travagliato, ma evidentemente c’è chi rema contro attentando al futuro dei bambini, degli adolescenti. Ed è a questi ultimi che penso, al loro diritto di vivere in un contesto sano e in grado di soddisfare pienamente il loro progetto di vita”.

  Marziale così conclude: “É davvero tempo di voltare pagina, è giunto il momento di lavorare tutti insieme, superando steccati ideologici e politici, mettendo da parte sterili contrapposizioni, con l’unico intento di ridare dignità alla nostra Taurianova, emarginando chi lavora per fermare il tempo e condannare i giovanissimi alla fuga, all’emigrazione. Sia questo  il tempo di solidarietà e unione”. (Sociologo Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria)

“L’attentato dinamitardo di cui è stato vittima il sindaco di Taurianova Fabio Scionti è un episodio inquietante e odioso per la sua entità”.

Lo affermano in una dichiarazione comune  il capogruppo di Ncd a Palazzo Campanella, Giovanni Arruzzolo, e il consigliere della Città Metropolitana e sindaco di Scido, Giuseppe Zampogna.

“La violenza del gesto che ha duramente coinvolto anche la famiglia di Fabio Scionti – sottolineano Arruzzolo e Zampogna – deve indurre una approfondita riflessione e una pronta reazione democratica adeguata finalizzata a garantire l’agibilità politico-amministrativa  nelle nostre realtà, altrimenti si corre il serio rischio che le persone perbene rifluiscano nel ‘privato’ lasciando così il campo libero a personaggi disposti a tutto pur di raggiungere il potere e il governo delle comunità locali. Dinanzi a tali inqualificabili gesti, la coscienza dei singoli e la forza della collettività devono necessariamente trovare unità nel tenere ai margini e respingere chiunque crede che con l’esplosivo o la distruzione dei beni dei tanti amministratori locali possa trovare spazio per piegare l’interesse pubblico ai propri fini. E’ una strada, quella della violenza, che allontana Taurianova e la Calabria dalla strada, giusta e insostituibile, della legalità e del perseguimento del bene comune”.     (Il capogruppo di Ncd a Palazzo Campanella, Giovanni Arruzzolo, e il consigliere della Città Metropolitana e sindaco di Scido, Giuseppe Zampogna).