Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Domani a Lamezia presentazione della lista l’Altra Calabria

,
730 0

Il prossimo 23 Novembre i cittadini calabresi saranno chiamati alle urne per scegliere il prossimo presidente della regione dopo la disastrosa esperienza della giunta Scopelliti.In un contesto del genere la politica avrebbe dovuto avere il compito di dare un forte segnale di svolta per permettere la rinascita della nostra regione, da troppo tempo martoriata dal malaffare politico, che ha portato in questi anni alla costante distruzione del patrimonio ambientale e turistico, distrutto la sanità, soffocato l’economia regionale  e che, dati alla mano, ha fatto si che la Calabria sia la regione più povera d’Italia.Purtroppo per l’ennesima volta  le coalizioni che si presenteranno, tanto quella di Oliverio che quella della Ferro e le varie liste ad essi collegate, sono rappresentanti della stessa classe politica e dagli stessi interessi che hanno mal governato la regione in questi ultimi 20 anni. Hanno presentato esponenti cosiddetti di centro-destra o centro-sinistra miscelandosi fra di loro pur per avere un posto di potere.

Ad affermarlo in una nota stampa è l’Altra Calabria, la lista elettorale creata appositamente dalla sinistra insieme ad associazioni ambientali e singoli cittadini poichè ” in tale contesto si è consapevoli della necessità di cambiamento, giacché la coalizione di Oliverio, da PD a SEL, è lontana da quegli ideali e da quei valori che possono riuscire a cambiare il corso della storia calabrese “. Il candidato presidente sarà il professore Domenico Gattuso che sarà presente  il prossimo Sabato 8 Novembre alle ore 19.30 presso il chiosco S.Domenico, quando la lista verrà presentata a Lamezia Terme, con anche la presenza di Eleonora Fiorenza, eurodeputata dell’Altra Europa con Tsipras, e la candidata delle circoscrizione centro Maria Antonietta Di Cello.

“La cittadinanza è invitata a partecipare attivamente” si legge nella nota stampa “anche solo per potersi dare la possibilità di capire come una reale alternativa per la Calabria esiste, e soprattutto per rendersi conto che l’esperienza dell’Altra Calabria è davvero nuova ed è e sarà aperta a tutti perché vuole rappresentare le reali esigenze dei cittadini e delle cittadine calabresi”