Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Domani mattina a Lamezia penultima tappa del tour calabrese del Ministro Lorenzin

1.04K 0

Domani mattina il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, terminerà il suo tour calabrese: sarà prima in visita al nostro nosocomio, l’ospedale civile “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, poi a quello di Vibo Valentia. Quattro giorni completamente dedicati alla Calabria, dal 7 all’11 novembre, “per fare il punto della situazione della sanità nella nostra Regione”. Peccato che i soliti malpensanti, in tanti, in troppi, ritengano che sia solo una mera passerella in vista delle vicine elezioni regionali per qualche candidato da sostenere in campagna elettorale. Dalle dichiarazioni rilasciate dal ministro in questi giorni apprendiamo con estremo piacere già notizie straordinarie come lo sblocco del turnover e soluzioni importanti e concrete per la fondazione Campanella e per l’intera nostra sanità.
Bisognerebbe fare in modo di essere tutto l’anno in campagna elettorale per avvertire continuamente l’emozione che la politica sia davvero vicina alla gente, come succede sempre in questi prodigiosi giorni.
lorenzin
Domani siamo certi che il Ministro saprà registrare tutti i disservizi con i quali i lametini da troppo tempo sono costretti a lottare quotidianamente: dalle strutture fatiscenti, al personale insufficiente o impossibilitato ad attivarsi a causa di attrezzature obsolete; per il nostro ospedale domani il ministro garantirà provvedimenti straordinari, impegno e attenzione, e ci riempirà di promesse che come ogni volta – accade ormai da sempre – noi sapremo farci bastare.
Poi la campagna elettorale volgerà al termine e qui continueremo a morire per una banale caduta in un giorno festivo che non prevede la presenza di medici né di personale addetto alla risonanza magnetica: e succederà ancora che andremo a fare visita ad un nostro caro e saremo avvertiti della sua imprevista dipartita – non da una telefonata da parte del personale medico – ma dagli ‘agenti funebri’ in pianta stabile nei reparti; e accadrà che per una sutura ci toccherà fare prima una capatina in farmacia per comprare ago e filo, e via di questo passo. « La visita del Ministro deve rappresentare per tutti i lametini e in particolare per la classe medica e paramedica un momento di soddisfazione. Sarà una data di storica importanza che non può essere offuscata con inutili ronzii e azioni strumentali». A dichiararlo è Franco Talarico, in polemica con i detrattori della Lorenzin, che domani, in veste di Presidente del Consiglio della Regione Calabria, accompagnerà nella sua visita al nostro nosocomio. A Talarico urge però ricordare che a rovinare l’immagine della nostra città e ad accrescere la sfiducia dei cittadini nei confronti della sanità locale non sono gli avversari politici del Ministro Lorenzin, che in fondo nulla c’entra con noi e che è qui solo “di passaggio”, ma i disservizi continui, le inefficienze, e spesso anche l’incompetenza mista alla boria con cui ogni singolo cittadino, ogni santo giorno della sua vita, deve scontrarsi per vedere riconosciuto il proprio diritto alla salute. Disservizi, inefficienze e incompetenze che non ha prodotto certo la Lorenzin ma la politica locale, tutta, da destra a sinistra. Quella politica che lui conosce fin troppo bene perché concorre a farla.