Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Dopo l’inchiesta sul Caffè ora tocca alla Pizza, simbolo del Made in Italy

Torna Report, il programma condotto da Milena Gabanelli
,
715 0

Torna Report, il programma cult condotto da Milena Gabanelli, e riparte dalla sua vecchia collocazione di domenica dal 5 ottobre alle 21.45, come sempre su Rai3.

E torna con un’inchiesta che porta dritta al cuore di uno dei simboli dell’alimentare italiano: dopo quella sul caffè, la pizza. Spesso viene presentata come uno dei capisaldi della dieta mediterranea. Ma è così? Qual è il sistema economico che c’è dietro il cibo che tutti ci invidiano, da dove vengono gli ingredienti e come funzionano i controlli?

Poi un’inchiesta sui fatti della Costa Concordia, e sui misteri del naufragio all’isola del Giglio. Parla il discusso comandante Schettino. Report racconterà la sua versione dei fatti, ma anche i retroscena del maxi-recupero, di come funzionerà lo smantellamento della gigantesca nave da crociera e degli interessi che ruotano attorno all’operazione.

Tra le inchieste autunnali, Report, come consuetudine, tratterà il tema della corruzione, l’eterna palla al piede che impedisce la crescita del nostro Paese. Viviamo in un’eterna Tangentopoli, che ci propina da decenni, a volte con gli stessi attori, lo stesso copione: mazzette e sprechi, senza che il modello riesca a correggersi. Vedremo i punti deboli del sistema, raccontando come non è stato mai raccontato fino ad ora il fattaccio del “Mose” e di come, a distanza di 7 mesi, ci stiamo preparando all’Expo, l’appuntamento al quale tutto il mondo guarda.

Torneremo poi a buttare un occhio su cosa c’è rimasto di prestigioso dietro il “marchio Italia” e dietro l’industria del lusso: un’inchiesta svolta tra capannoni nascosti, sfruttamento animale e carichi di merce dal dubbio bollino tricolore. Indagheremo su cos’è davvero il TTIP, il trattato transatlantico fra Europa e Stati Uniti che omogeneizzerà le regolamentazioni locali di lavoro, cibo e commercio e proveremo a capire come mai lo stanno negoziando in modo quasi segreto.

Torneremo anche ad occuparci del Monte dei Paschi di Siena, il più antico istituto finanziario, che era stato ridotto allo stremo, e di quello che ruota intorno al mistero del suicidio del suo manager della comunicazione Rossi.

Con altre inchieste poi approfondiremo i temi della giustizia, dell’istituto carcerario in Italia paragonato a quello estero, della sicurezza dei dispositivi sanitari e di quanto potremmo essere ricchi se utilizzassimo al meglio i fondi europei.

Come sempre proveremo ad offrire delle soluzioni possibili per saltare il guado e offrire spiragli di speranza. Racconteremo il crowd-funding, cioè come trovare i soldi per fare impresa usando la rete e come vendere su nuovi mercati spezzando i lacci della burocrazia. Come consuetudine Report tornerà anche ad aggiornare i contenuti delle vecchie inchieste.
Con la passione di sempre Report, con questi e tanti altri servizi sulle tematiche ambientali, cercherà di raccontare l’Italia, senza filtri, nella speranza di farne un paese migliore.

I contenuti come al solito verranno veicolati attraverso il web. Il sito www.report.rai.it, è uno dei piu’ preziosi archivi della tv pubblica: sono conservati 17 anni di inchieste con trascrizione integrale, anche in versione inglese per gli argomenti di interesse internazionale. Nella scorsa stagione i video delle inchieste sono stati visti sul web da circa 500.000 spettatori mensili, mentre altrettanti sono stati i visitatori che, ogni mese, si sono collegati alle pagine del nostro sito, un quarto dei quali da smartphone e tablet.
Con la rete e i social network dunque Report ha un rapporto che si sta consolidando sempre di più: e anche quest’anno ci saranno le dirette Twitter delle inchieste, grazie alle quali Report ha superato i 400.000 follower. La pagina Facebook cresce sempre di più e sfiora un milione di fan, ed è tra le più seguite fra i programmi Rai.