Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Escursione Lungo La Valle Del Fiume Savuto

Organizzato da Conflenti Trekking e ProLoco Msl
,
1.25K 0

Domenica 28 maggio dalle ore 9:00 alle ore 15:00 Sesta escursione del 2017, molto suggestiva, organizzata insieme alla Pro Loco di Motta Santa Lucia. Escursione totalmente su sterrato.

Il fiume Savuto, che nasce nel comune di Aprigliano e sfocia nel mar Tirreno, verrà attraversato in più punti pertanto si consigliano scarpe impermeabili o asciugamani.

Il Savuto è un fiume della Calabria, che nasce in Sila e si getta nel mar Tirreno dopo un corso di 48 km.

La sorgente si trova in località Spineto, nel territorio di Aprigliano e con precisione sul KM 0 della strada provinciale 61 a 1260 metri d’altezza; e la sorgente segna il punto preciso in cui si dividono i due versanti a est, sfocia sullo Ionio mentre a ovest sfocia nel Mar Tirreno, nei pressi di Nocera Terinese. Lungo il tragitto, il Savuto riceve numerosi affluenti, fra i quali il Tarsitano, il Piciaro, il Tassitello, il Merone, il Cannavina, il Mola, il Lara, il Bisirico, il “Mentaro”, il torrente Della Valle e il Calabrice. Il Savuto attraversa i territori di ben sedici comuni: Aprigliano, Parenti, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Marzi, Carpanzano, Malito, Scigliano, Pedivigliano, Altilia, Grimaldi, Aiello Calabro, Martirano, San Mango d’Aquino, Cleto e Nocera Terinese, e sfocia infine nel Golfo di Sant’Eufemia, alcuni km a nord di Capo Suvero, dando luogo ad una piccola pianura costiera.

Chiamato dai latini Sabutus, si suppone corrisponda al fiume chiamato dai Greci Ocinaros (che scorre velocemente), non lontano dalla cui foce, sul lato sinistro, viene localizzata l’antica città di Terina secondo alcuni, l’altrettanta città antica di Temesa secondo altri studiosi. La querelle è aperta da molto tempo e di recente è stata rinfocolata da coloro che fanno sorgere Terina in territorio di Lamezia Terme e pongono Temesa sulla collina, Piano di Terina, che si eleva appunto sulla sinistra della foce del Savuto.

L’accidentato corso del Savuto fu causa della morte di Isabella d’Aragona (1247-1271), moglie di Filippo III di Francia. Di ritorno, assieme al marito, dall’Ottava crociata, incinta del quinto figlio, mentre attraversava il fiume nei pressi di Martirano, cadde da cavallo l’11 gennaio 1271 e morì a Cosenza qualche giorno dopo. Gabriele D’Annunzio, nelle Laudi, definirà «maligno / il guado che lei travolse e la corona».

Il Savuto, nel tratto più a monte del proprio corso, quello compreso nel territorio della Provincia di Cosenza, è attraversato da una serie di ponti, ciascuno dei quali è dotato di una propria rilevanza storica, ma che versano tutti in un pessimo stato di conservazione.

 Colazione a cura degli organizzatori nel vigneto che produce il vino denominato Annibale.

Pranzo a sacco a cura dei partecipanti da consumare in prossimità del ponte.

Raduno presso Svincolo A3 Altilia/Grimaldi

Tipo e difficoltà: Trekking E = Escursionisti

  • Ingresso gratuito