Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Falerna Marina,un carnevale di coesione

,
829 0

Socializzazione, condivisione, coesione territoriale: queste le parole chiave della prima edizione del “Carnevale dei ragazzi”, allestito con gusto e magistrale organizzazione dalla Pro Loco di Falerna. Fondamentale la collaborazione delle istituzioni scolastiche e degli attori sociali falernesi: l’Istituto comprensivo, le parrocchie di Falerna e Castiglione Marittimo, la Società operaia di mutuo doccorso “Principessa Iolanda Margherita”, il Gruppo G.E.F., le associazioni “La Giostra – Idee in movimento” e “Primavera Endas”. Esemplare l’impegno della Pro Loco: il sodalizio, che ha come mission la promozione turistica, territoriale e culturale, è presieduto da Giuseppe Ruberto. Al suo fianco, un team dinamico e composito, fatto di competenze ed esperienze diverse.

Intento principale del Carnevale falernese è la realizzazione di una sinergia positiva e la coesione tra i tre nuclei abitati, che costituiscono il territorio comunale. Falerna, infatti, abbraccia un’area ampia ed eterogenea, che va dal mare alla montagna. La Pro Loco ha, quindi, deciso di coinvolgere le classi scolastiche dei tre centri, afferenti ad ogni ordine e grado (dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado). I personaggi ed i temi, impersonati dai bambini, saranno diversi, in relazione all’età dei partecipanti: “Fiabe e cartoni animati” per gli allievi delle scuole d’infanzia; “Bosco incantato” per le primarie; “Divina Commedia” per le secondarie. La manifestazione si articolerà in due giorni: domenica 15 febbraio a partire dalle Locandina CArnevale14:30 nel centro storico di Castiglione Marittimo e nella frazione Marina, martedì 17 dalle 15 in poi a Falerna Centro. Le sfilate prenderanno piede da piazza Annunziata a Castiglione, dal lungomare fino al concentramento jn Piazza Le Querce a Falerna Marina, da Piazza Municipio fino a Piazza Ugo Floro ed al Centro Polifunzionale a Falerna. La kermesse vedrà la sfilata dei cortei mascherati, culminanti in momenti conviviali e di aggregazione dallo spiccato carattere socializzante e pedagogico. L’animazione sarà curata dalle mascotte di Loris Cario Animazione. Nelle due date si esibiranno due rinomate scuole di danza, operanti nell’hinterland: rispettivamente quella guidata da Anna Caparrotta e la “Artedintorni Energy” di Simona Trunzo.

Fabio Menniti, vicepresidente Pro Loco e tra i referenti dell’organizzazione, evidenzia l’essenziale contributo degli operatori commerciali, della società civile e dell’associazionismo locale, della comunità religiosa. In un momento storico e sociale difficile, Falerna ha bisogno di sentirsi comunità, di condividere tempo ed esperienze, di crescere insieme. È questa la consegna e la lezione del Carnevale falernese: un’occasione che, seppur concepita per i bambini, consente alla collettività di ritrovarsi e cooperare.