Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Ferma determinazione della UIL Calabria

La Calabria - a parere del sindacalista - ha bisogno di fatti. Non bastano le visite e gli annunci, ne' servono le reazioni demagogiche ed incontrollate".
789 0

Piove sul bagnato, si dice, e nessuno si fa avanti per porgere un ombrello adeguato. L’amara riflessione è da scrivere alla grave situazione che sta vivendo la Calabria, e non solo da poco tempo, quanto da anni e- rimettendo in campo la ben nota “questione meridionale”, da parecchi decenni.

Giunge frattanto ad hoc una esaustiva nota sindacale consegnata agli organi di stampa, a firma del segretario generale della Uil Calabria, Santo Biondo, che fa una preoccupante diagnosi sulle effettive condizioni dell’ammalata Calabria:

“La situazione calabrese è sull’ orlo del collasso. Gli indici della disoccupazione, dell’ inoccupazione e del precariato hanno raggiunto livelli inaccettabili”, per la quale manca una pur minima programmazione, registrando perfino una fuga, o una incapacità, della classe dirigente regionale, che in tutti questi anni ha saputo collezionare solo sprechi, provocando enormi danni sul versante economico e sociale. Completamente assente – aggiunge – la politica dei Governi nazionali che si sono succeduti e poco incisiva la azione prodotta dalla attuale Governo.

La Calabria – a parere del sindacalista – ha bisogno di fatti. Non bastano le visite e gli annunci, ne’ servono le reazioni demagogiche ed incontrollate”.

Alla Uil calabrese”, rimarca il segretario, “interessano i contenuti, non le questioni politiche e tanto meno i contrasti all’ interno del PD.

Gli unici interessi sono quelli che riguardano le condizioni dei precari, dei disoccupati e degli inoccupati.

La Uil – sottolinea – rivendica risposte concrete alle migliaia di persone che sono in mobilità e in cassa integrazione in deroga, ai quali non solo vanno pagati i diritti maturati e costruita una nuova rete di protezione più ampia e duratura quanto va offerta la possibilità di un lavoro vero.

Questo sarà il percorso che indicherà al Presidente del Consiglio Renzi e, da qui a poco, agli eletti al Consiglio Regionale e al nuovo Presidente della Giunta, con autorevolezza e determinazione”.

Infine, annuncia Biondo, il 13 dicembre, in occasione dell’ assemblea nazionale del PD” che si terra’ a Reggio, la Uil sarà presente con le proprie idee e le proprie bandiere, rispettosa del ruolo che il PD può svolgere anche per colmare i ritardi e le disattenzioni che ha avuto rispetto ad una sana politica per il Mezzogiorno, per l’ intero Paese ed in particolare per la martoriata Calabria.