Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Festival della buona birra artigianale, prima edizione

Cronaca di una serata gustosa al Parco Peppino Impastato, sabato 5 luglio 2014
1.09K 1
Festival della buona birra artigianale, prima edizione

Un nuovo fermento pervade Lamezia. Così, parafrasando lo slogan della manifestazione: “Fermento Culturale”, può essere sintetizzata la buona riuscita della Festa della Birra Artigianale tenutasi al parco Peppino Impastato sabato cinque luglio.

Molte le persone che hanno deciso di ritrovarsi nel prato verde di questo splendido parco urbano, ingolositi dalla possibilità di poter degustare prodotti delle eccellenze gastronomiche calabresi.
Quattro sono stati i birrifici calabresi presenti: “Esperia” di Catanzaro lido, “Blondino” di Strongoli Marina (KR), “A Magara” di Nocera Terinese (CZ) e “GioBi” di San Lucido (CS), che hanno presentato le loro creazioni uniche nel proprio genere.

Bella serata, con una buona risposta in termini di partecipazioni. Non dobbiamo dimenticare, poi, che è solamente la prima edizione di quest’evento

Questo il pensiero del signor Mellace, del birrificio “Esperia”.
Le lunghe file di fronte ogni stand confermano queste parole. Caratteristica del pubblico della serata è stata il sorriso. Sorriso, su giovani e su meno giovani, che ben esprime l’intento della serata: un’occasione per stare insieme e bere una buona birra calabrese in compagnia. La possibilità di gustare una rinfrescante bionda o di assaporare un’avvolgente rossa, è stata un’attrazione a cui gran parte dei lametini non ha saputo resistere. Cogliendo, oltre all’opportunità di bere una buona birra, l’occasione anche per guardare il quarto di finale dei mondiali e per ascoltare della buona musica made in Lamezia.
Nell’area food il sottofondo musicale è stato offerto da Nibiru events, con la loro prima collaborazione con il parco che si inserisce in una serie di eventi musicali gratuiti.
Svoltando l’angolo invece ci si imbatte nel music corner: un palco sul quale si esibiscono i ragazzi dell’associazione lametina Terra di Sol, impegnata anche nel sociale, con corsi musicali contro la dispersione scolastica.

I primi artisti sul palco sono Simone Vescio e Salvatore Bagnato che con il loro brano “L’erotismo casto di Giulietta” danno il via alla serata musicale. Poi è il turno di Salvatore Perri + The Seahorses,  l’ensemble che tante lodi sta ricevendo. Seahorses, cavallucci marini, animali che hanno nella loro natura entrambi i sessi, maschile e femminile, e per tanto simbolo perfetto di quell’anarchia delle convenzioni dalla quale il gruppo (che il quindici agosto si esibirà presso il carcere minorile di Catanzaro) trae la propria ispirazione. Batteria, piano, chitarra e due violini, per uno stile definibile new classic; un eclettismo musicale riscontrabile anche nell’uso anticonvenzionale e sperimentale dei bassi affidato agli archi. Sempre con la presenza di Perri, e sotto lo sguardo incuriosito di un bianco bull terrier, due giovani ragazze lametine si succedono sul palco: Giulia Dodaro, che presta la sua voce evocatrice, delicata e potente allo stesso tempo, a una canzone di Lana Del Rey, e Aurora De Fazio, cantautrice di talento e dalla perfetta pronuncia anglofona. Mentre sul palco sale il duo dei Crystalship, sempre più gente affolla il parco: chi gioca nei campetti vicini, chi siede direttamente sull’erba, altri si concedono un’ulteriore degustazione, tutto nella splendida atmosfera, accogliente e divertente, della serata.

Questo beer park fest organizzato dall’associazione Talìa e da Pieffe Comunicazione, in collaborazione con Slow Food e l’associazione Terra di Sol, altro non può ritenersi se non un successo!
Un piacevole ritrovo in una piacevole serata in una splendida cornice, un evento assolutamente da ripetere perché non c’è nulla di più bello che ritrovarsi tra amici in un bel parco a bere una buona birra.

  • Pierluigi

    Grazie a Giovanni per la passione con il quale ha vissuto la manifestazione (dagli incontri del lunedì fino all’epilogo di sabato 5 luglio), con interesse, curiosità e dedizione per il suo lavoro, che gli hanno permesso di esternare questo splendido pensiero nei confronti di tutti i partecipanti, organizzatori, espositori e partecipanti.