Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Filippo Gattari (Vigor Lamezia): L’umiltà è la nostra forza

Intervista con il forte difensore e capitano della formazione biancoverde
801 0

Tirato e asciutto nel fisico, tranquillo e sereno nell’aspetto: il capitano dei biancoverdi ha terminato da poco una delle tappe di preparazione settimanale, preso subito d’assalto dagli operatori della stampa per le consuete interviste infrasettimanali.

D.-     Filippo, tutto facile allora contro la Reggina? E’ così o la consistenza numerica della vittoria inganna.

R.-     La Reggina, onestamente e per come ho accertato, al di là del risultato forse un po’ troppo vistoso per come si è espressa sul campo, a me non ha fatto una cattiva impressione. Ha dimostrato invece di essere una squadra che gioca molto la palla, ma è una squadra giovane che, come tale, ha bisogno ancora di un po’ di tempo per far maturare quell’esperienza necessaria per campionati di questo genere. Noi siamo stati bravi nel compattarci nella parte iniziale del match, quando loro hanno spinto un po’ di più, senza però procurarci grandissimi problemi. Poi, però, siamo venuti fuori alla lunga imponendo il nostro gioco.

D.-     Ora si guarda avanti, si va nella tana della capolista. Che avversario vi aspettate?

R.-     Il Benevento l’ho visto giocare contro il Catanzaro e mi ha dato l’impressione di essere una squadra quadrata, a cui è difficile fare male e che, alla prima difficoltà, ti punisce. Onestamente, è una squadra costruita apposta per vincere questo campionato, modo per cui ci aspettiamo un ambiente molto caldo. E’ una squadra che, nonostante qualche piccola defezione che possa capitare a loro, fa affidamento su un organico numericamente molto consistente. Sicuramente ci metterà in difficoltà, ma noi andiamo lì con la nostra umiltà, cercando di fare la nostra partita e così racimolare qualche punto.

D.-     Dopo questa partita, con un risultato positivo, si potrebbe parlare non solo di salvezza.

R.-     Noi, al momento, non vogliamo sembrare poco umili, ma vogliamo pensare esclusivamente alla salvezza. Abbiamo incamerato 18 punti, siamo stati bravi a farli ed a farli bene, nessuno ce li ha regalati; ma noi guardiamo ancora alle squadre che ci stanno dietro. Più punti riusciamo ad incassare sulla quintultima, più tranquilli saremo e, di conseguenza, una volta raggiunta casomai la matematica salvezza, possiamo poi pensare anche ad altro. Ma guai a fare pensieri strani; è troppo presto.

D.-     Benevento – Vigor Lamezia. Ad inizio di campionato, analizzando il calendario, avevamo ipotizzato un incontro testa – coda; ora, invece, siamo testa – testa.

R.-     Si. Non sappiamo quanto durerà questo momento; per ora ce lo godiamo, lo prendiamo per quello che è e con tanto entusiasmo e con tanta felicità. Siamo consapevoli di andare a trovare la capolista in casa sua e sappiamo già che sarà una partita molto difficile, da prendere bene e da subito, sapendo che loro sono un’ottima squadra. Noi cercheremo di fare la nostra partita nella speranza di racimolare magari qualche punto.

D.-     Avete individuato, tra voi difensori, chi tra di loro possa essere il più difficile da affrontare?

R.-     Davanti loro hanno una vasta scelta, tipo il Marotta, l’Eusepi, tanto per fare un esempio; hanno giocatori di altra categoria, che hanno dei campionati importanti alle spalle. Non ne hanno solamente uno, ne hanno undici da fermare; quindi ci concentreremo su tutto l’organico.