Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Fondazione Campanella nulla di fatto dopo l’odierna protesta

Si attende la nomina del commissario della sanità calabrese per poter trovare una via d'uscita
637 0

La stanchezza e la fatica al limite della resistenza, si legge negli occhi dei manifestanti, tutti dipendenti della Fondazione Campanella. Dopo una giornata di protesta i risultati sono inesistenti, ma loro dichiarano che continueranno a lavorare nell’attesa che qualcuno dia loro una risposta. Sono stati davanti al dipartimento Sanità e Salute della Regione Calabria, dove una delegazione di dipendenti e dirigente della fondazione, hanno incontrato i due sub commissari Andrea Urbani e Luciano Pezzi.

La riunione – ha sottolineato Paolo Falzea, presidente della fondazione Campanella – non ha portato a nulla. I due sub commissari hanno le mani legate fino a che non viene nominato il commissario dal Consiglio dei Ministri. Ma allora loro che ci stanno a fare? Ricordo a tutti che sono retribuiti dai contribuenti….

Sulla transazione con la Regione

i sub commissari hanno chiaramente detto – ha continuato Falzea – che il dipartimento non è la sede competente per discutere del futuro della Campanella sotto quel profilo, per cui ha pieni poteri la presidente Antonella Stasi.

Per questo motivo il corteo si è spostato prima a palazzo Alemenni, sede della Giunta regionale, e poi in Prefettura, dove un gruppo di lavoratori ha incontrato il viceprefetto Costanza Pino che si è impegnata a parlare con il presidente facente funzioni della Regione Calabria Antonella Stasi. 1384096_10152697442664696_1913506227544668533_n

“Siamo stanchi e domani – ha dichiarato uno dei medici della fondazione – io vado a denunciarli alla Procura della Repubblica, perché devo trattare due malati oncologici e non ho i presidi per farlo”.