Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Forza Nuova: la nostra amministrazione comunale si preoccupa solo degli immigrati

Nota di FN a margine del consiglio comunale di stamattina
667 0

La bocciatura della proposta presentata dal consigliere Massimo Cristiano, in assise comunale, evidenzia ancora una volta la volontà del centro sinistra lametino di preoccuparsi prevalentemente di rom ed immigrati. Il consigliere, nell’illustrare la sua mozione dopo essere stato già molto duro nei confronti della maggioranza, aveva sostenuto di aver avanzato la richiesta di revoca del  finanziamento di 65 mila euro a favore di immigrati clandestini, richiedenti asilo politico denominato “Due Soli”,  proponendo invece di destinare  tale somma a sostegno di famiglie italiane particolarmente bisognose, o a giovani che sono senza lavoro.

Durissima la nota pubblicata da “Forza Nuova” come commento alla complessa tematica riguardante non solo immigrati e rom, quanto anche la politica complessiva del Terzo Settore, non  mancando di lanciare frecciate pesantissime non solo a destra e a sinistra degli schieramenti politici consiliari, quanto nei confronti dello stesso Sindaco.

Sconfortato anche dal fatto di essere lasciato quasi da solo in questa battaglia da un’opposizione ridotta soltanto a quattro consiglieri presenti, il consigliere Cristiano non ha mancato di lanciare i suoi acuti contro tale orientamento della maggioranza sottolineando come sia

Vergognoso che in un delicato momento come quello che stiamo attraversando, dove sempre più famiglie italiane e lametine soffrono la povertà, la nostra amministrazione si preoccupi di dover generosamente elargire ancora più soldi per gli immigrati che per la maggior parte sono anche clandestini.

Pessima figura poi dei consiglieri UDC, conclude Forza Nuova, che pur avendo sottoscritto la mozione di revoca, hanno pensato bene di disertare la seduta consiliare. Un modo di porsi, questo, abbastanza ambiguo  che va contro tutti quei lametini che versano in condizioni di indigenza.

La decisione su tale mozione, poi passata con risicata maggioranza, evidentemente è destinata a suscitare un ben più ampio dibattito, con proiezione anche e comprensibilmente verso le prossime campagne elettorali (Regione e Comune).