Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Giornata della scrittura iniziata la disamina dei temi elaborati dai ragazzi

A Cosenza la giuria sta vagliando gli oltre 450 elaborati, presentati da studenti di 200 scuole calabresi
,
595 0

L’assessore alla cultura Mario Caligiuri ha partecipato questa mattina a Cosenza sede del “Terrazzo Pellegrini” alla riunione della commissione che ha esaminato i racconti elaborati nelle scuole calabresi in occasione della “Giornata della scrittura“, promossa dalla Regione Calabria, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale e svoltasi il 29 settembre in contemporanea in tutte le scuole calabresi.
Oltre 200 le scuole che hanno partecipato con oltre 450 elaborati. Hanno partecipato all’incontro l’editore Walter Pellegrini e gli scrittori Mimmo Gangemi, Santo Gioffre’ e Roberto Bevacqua. In video conferenza hanno partecipato anche il Presidente della Commissione Giulio Rapetti Mogol e il vice direttore dell’Ufficio scolastico regionale Giuseppe Mirarchi. E’ stata effettuata una prima selezione dei testi per individuare quelli che verranno ospitati all’interno del volume edito dalla Pellegrini, sia in formato digitale che cartaceo.

Il libro, che conterrà intorno a 70 testi, verrà presentato in occasione della manifestazione delle “Eccellenze scolastiche calabresi 2014”. Nell’occasione, a tutti gli studenti i cui lavori verranno pubblicati nel testo, verrà conferito l’attestato di “Eccellenza scolastica calabrese” e verranno anche individuati nove testi, tre per tipo di scuola (elementari, medie e superiori) a cui sarà assegnata anche “La penna d’argento” realizzata appositamente da un orafo calabrese.
La commissione ha evidenziato che si tratta del “primo esperimento partecipato di scrittura nelle scuole italiane”, che conferma, insieme al netto primato calabrese nella manifestazione ministeriale di lettura ad alta voce “Libriamoci”, la grande attenzione della scuola calabrese verso la lettura. Una serie di iniziative in crescendo che ribadiscono la priorità della lettura nelle politiche culturali.