Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Giubileo della Misericordia: una chiamata a vita nuova

1K 0

Sì apre oggi a Lamezia Terme, domenica 13 dicembre, una pregnante pagina di storia : l’apertura della Porta santa del Giubileo della Misericordia, tanto voluto da Papa Francesco.
In attesa di ascoltare, e poi leggere e meditare, l’omelia del Vescovo monsignor Luigi Cantafora nel corso della solenne concelebrazione eucaristica, una prima riflessione a caldo è giusto che ci sia, e nella forte determinazione di saperci tutti – umilmente e concretamente – non esenti nel chiedere il perdono , e di ricevere il perdono, attraverso un meraviglioso scambio di definitiva amicizia.
Nessuno, ma proprio nessuno, si deve ritenere come il santo al confronto del prossimo , ritenuto peccatore. “ Chi è senza peccato, scagli la prima pietra”. L’esortazione evangelica riguarda tutti indistintamente. La richiesta del perdono è oltretutto beneficiata dalla Misericordia che il Padre offre a ciascuno di noi. Possiamo essere fiduciosi di poterci riguardare nella pupilla degli occhi non più offuscati dal velo del male, ma come persone nuove, rinate attraverso un secondo Battesimo. La salvezza è donata da Dio con eguale misura ed efficacia.
Sarà necessario essere consapevoli che l’infinita potenza di Dio ha operato la totale redenzione anche nei confronti di quanti si erano fatti dominare dalla schiavitù del peccato.
Oggi la grazia di Dio ci si mostra in tutta la sua potenza ed il suo splendore.
L’anno straordinario della Misericordia ci chiama a ridisegnare i confini dei nostri “io”, scendendo dal piedistallo delle nostre errate sufficienze e dei relativismo illusoriamente accattivante , e compiere una sorta di inversione ad u, mettendoci in ginocchio, tutti, per varcare la soglia della porta santa.
Ed allora, la pagliuzza o la trave nell’occhio sono state definitivamente tolte; lo sguardo non è più quello di ieri, ma di oggi e per una prospettiva di futuro.
Buon Giubileo .