Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Gli effetti della crisi in Italia: effetti più marcati al Centro Sud rispetto al Nord

533 0

La crisi? È ovunque in Italia. Non c’è Regione o realtà territoriale calabrese che possa vantare di esserne esentata.
La crisi, dove più grave e dove meno grave, interessa purtroppo tutti, anche se una classifica dei capoluoghi italiani più esposti è stata elaborata, dati alla mano, dal quotidiano economico “Il Sole 24 Ore”, secondo cui tra quelle più colpite rientrano Cosenza e Reggio Calabria. La classifica è redatta sulla base di dieci indicatori, tra gli altri: disoccupazione, prestiti, valore degli immobili, numero di laureati, spesa per i medicinali e quantità di rifiuti prodotti.

Secondo il quotidiano economico, in sette anni di crisi il tasso di disoccupazione è raddoppiato (raggiungendo il 12,2%) e i depositi in banca sono saliti. La crisi, però, non ha colpito tutti i territori nello stesso modo: alcune province più di altre hanno sofferto, registrando nel 2013 arretramenti rispetto al 2007. I centri piccoli e medi hanno sofferto maggiormente la crisi e i continui segni negativi hanno scavato ancora di più il solco che divide il Sud dal Nord del Paese.

Per semplice curiosità o tabella di paragoni da analizzare  in altre sedi, le province che hanno saputo parare meglio i colpi della crisi sono Vicenza, Bolzano, Modena, Mantova, Pisa, Genova, Prato, Verona, Aosta, Milano; mentre s’è avvertita maggiormente a Viterbo, Latina, Novara, Cosenza, Nuoro, Cagliari, Terni, Messina, Grosseto e Reggio Calabria.