Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Ma sono proprio questi gli ultimi tempi? Non stiamo forse vivendo il tempo escatologico? Da qui l’appello ”NON ABBIATE PAURA!”

71 0
Ma sono proprio questi gli ultimi tempi? Non stiamo forse vivendo il tempo escatologico? Da qui l’appello ”NON ABBIATE PAURA!”

Non abbiate paura” : …Guardate che nessuno vi inganni”.

Spostandoci da una raccomandazione evangelica ai tempi attuali, si avverte in giro il bisogno di stendere una pagina di meditazione responsabile. Ai terremoti si stanno succedendo altri terremoti; alle guerre disseminate su una infinità di popoli e di nazioni  si stanno  susseguendo altre conseguenze derivate. Ma non bisogna far passare la certezza che tutto questo sia la fine dei tempi; sarà, sottolinea l’evangelista Luca, soltanto l’inizio dei dolori  che chiama in  causa altri effetti devastanti. Stiamo assistendo, come ormai assuefatti dal ritmo dei tempi  d’oggi, a calamità che non sono soltanto provocate dalle imprevedibilità della Natura, quanto dall’azione micidiale e devastante dell’uomo . L’Apostolo Luca li chiama per nome: nazione contro nazione (le piccole guerre combattute “ a pezzetti”, ha affermato Papa Francesco),; terremoti, carestie, voi stessi sarete consegnati ai sinedri e sarete percossi nelle sinagoghe: fratello contro fratello, padre contro figli e figli contro i genitori per mettervi perfino a morte. Voi”, prosegue Luca, sarete odiati da tutti a causa del mio nome, … ma voi NON ABBIATE PAURA!.

Nell’anno 2019, tutto questo è sotto gli occhi di tutti e molto spesso qualcuno di noi stessi saliamo -purtroppo da protagonisti al passivo – di questa storia che ci sta conducendo (questo è certo!) alla fine       del mondo. Nelle ultime ore alcune impressionanti testimonianze: i ponti che crollano; i fiumi che mietono vite umane e devastano il territorio e gli equilibri della natura; la gente che scappa via perché si viene odiati ed uccisi. E, per ultimo, vorrei riflettere su un episodio accaduto ieri sera: protagonista una Tv pubblica e molto conosciuta e il terrificante show di chi era preso dagli evidenti  effetti di satana scagliandosi con inaudita rabbia contro la Chiesa, contro i suoi ministri, contro chi vuole praticare, vivere e godere la bellezza della fede.

A prescindere che qualsiasi persona è libero o meno di credere, ma proprio in virtù di tale principio non si può venire offesi con le forme più gravi e devastanti.

Chi ci difenderà, allora? Nel Vangelo c’è scritto che saremo odiati “a causa del mio nome”, aggiunge Gesù, che promette :” … chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato”.