Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Grandissima innovazione scientifica al S. Anna Hospital di Catanzaro

Una mini pila per monitorare l’attività cardiaca anche a distanza
1.06K 0

E’ stata introdotta per la prima volta al S. Anna Hospital di Catanzaro, la clinica specializzata per la cardiochirurgia, la speciale ed innovativa pila che viene normalmente impiegata per monitorare l’attività cardiaca per tre anni, ogni giorno, su tutto l’arco delle ventiquattro ore e inviare, in remoto, al medico, i dati elettrocardiografici del paziente.

L’innovazione rappresenta un salto di qualità molto significativo, grazie alle dimensioni ridotte del dispositivo stesso che è più piccolo dell’87%, rispetto al precedente e che pesa solo 2,5 grammi.

Ovviamente, niente cavi e niente elettrodi, come nel caso dell’Holter: il sistema, infatti, comprende anche il nuovo monitor esterno di telemedicina che, posizionato presso l’abitazione del paziente, trasmette i dati diagnostici direttamente all’ospedale, utilizzando la tecnologia cellulare per la telefonia mobile globale.

Il medico potrà leggerli in qualunque momento sul sito internet dedicato, utilizzando computer, telefonino o tablet. La trasmissione avviene in automatico e non più solo su imput del paziente, come avveniva con la precedente generazione di device.

Una possibilità, quest’ultima, che però rimane comunque, nel caso in cui il malato avverta dei sintomi sospetti; ma a prescindere dall’imput del paziente, sarà il dispositivo stesso ad “avvertire” il medico, se si dovessero registrare particolari anomalie del ritmo cardiaco.

Al S. Anna opera l’équipe guidata da Tommaso Infusino, direttore dell’Unità Operativa di Elettrofisiologi, che- nel merito – ha sottolineato testualmente: “La procedura è relativamente semplice. Il dispositivo si inietta sottocute con una siringa speciale, attraverso un’incisione di pochi millimetri praticata sulla sinistra del torace, in anestesia locale”.