Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Grillini denunciati per “attentato agli organi costituzionali”; ma Grasso blocca l’iniziativa per “difetto assoluto di giurisdizione”

Di Maio, M5S «Com’è che denunciano noi e arrestano sempre loro?»
679 0

Nel novembre scorso i senatori cinquestelle ostacolarono il voto di fiducia sul provvedimento “Sblocca Italia” perché ritenuto un regalo ai petrolieri: “Mani sporche di petrolio. Non saremo complici di questo disastro annunciato» così spiegava Paola Taverna le ragioni della protesta su twitter.
Nonostante le agitazioni grilline il provvedimento del governo alla fine diventò legge e chi si era reso protagonista della “bagarre” fu pesantemente sanzionato con una settimana di sospensione dall’attività parlamentare e nei confronti di 3 esponenti del movimento fu anche decisa la sanzione della censura.
Il Consiglio di presidenza sembrava dunque aver così risolto la questione.
Oggi si è invece scoperto che quegli stessi senatori del Movimento 5 stelle, colpevoli di aver impedito il voto in Aula, su iniziativa del socialista Enrico Buemi sono anche stati denunciati alla Procura per “attentato agli organi costituzionali”.
«Se le notizie della denuncia da parte di senatori di altri gruppi politici fossero confermate saremmo davanti a una vera e propria intimidazione nei confronti di un movimento politico che rappresenta il 25% della popolazione e che ha sempre svolto legittimamente il proprio ruolo di opposizione» ha dichiarato il capogruppo grillino Andrea Cioffi alla notizia.
Davanti a quest’ultima balzana trovata di chi milita nei partiti ostili al M5S, neanche Luigi Di Maio è riuscito a nascondere l’incredulità: «Non so se ridere o piangere – ha scritto sulla sua pagina facebook- Resta il fatto che denunciano noi e arrestano sempre loro».

AGGIORNAMENTO:
Pesce d’aprile per Enrico Buemi

Il presidente di Palazzo Madama Piero Grasso ha chiesto alla Procura di Roma di sospendere l’attività investigativa in merito alle proteste in Aula dello scorso novembre messe in atto dai senatori cinque stelle sullo “Sbloccaitalia”:«C’è difetto assoluto di giurisdizione – ha detto Grasso – le convocazioni di testimoni non abbiano seguito. Della questione sarà investita la Giunta per le elezioni e immunità».
Un pessimo pesce d’aprile per Enrico Buemi.