Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

I dipendenti delle Province potranno rimanere ben tranquilli: nessun allarme per loro

S’era paventato il rischio di licenziamenti e di decurtazioni di stipendi
1.83K 0
I dipendenti delle Province potranno rimanere ben tranquilli: nessun allarme per loro

E’ un allarme che non trova fondamento in nessun piano pensato e progettato dal Governo, quindi da respingere.

Il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Maria Carmela Lanzetta, ha voluto così sgombrare il terreno da ogni preoccupazione riguardante il futuro dei dipendenti delle Province, che “ non perderanno il posto di lavoro né tantomeno avranno ridotta la retribuzione”, ha sottolineato la Ministra; “il Governo ha voluto nella Legge di Stabilità una norma speciale che aumentasse le garanzie a difesa dei lavoratori delle Province, rinviando più avanti nel tempo i processi di mobilità ordinari”.

Nella Stabilità, prosegue il Ministro, “si prevede un processo che durerà fino all’aprile del 2019 per completare il ricollocamento dei lavoratori presso le Regioni, i Comuni e le altre amministrazioni pubbliche e continueranno ad essere finanziati i contratti dei dipendenti dei centri per l’impiego, in attesa dei decreti di attuazione della delega sul lavoro”

Nel frattempo, sottolinea Lanzetta, “il processo di attuazione della Legge Delrio va avanti. Alla prossima riunione di gennaio dell’Osservatorio nazionale sul processo di attuazione della legge sono stati invitati anche i sindacati, che incontrerò già la prossima settimana con il Ministro Madia”.