Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

I vigilantes per far pagare i biglietti sulle linee della Lamezia Multiservizi?

Potrebbe essere la strada seguita dall'azienda per far fronte alla mancanza di controllori
791 0

Come ottemperare alla scarsa civiltà dei viaggiatori abituali delle linee urbane? Quelli che preferiscono fare i portoghesi e non pagare l’importo ormai arrivato ad un euro e trenta a corsa. Quelli che non fanno neanche un abbonamento mensile o settimanale, oppure acquistano le strisciate da dodici corse. Queste ormai da settembre non si trovano più, sono state eliminate dal carnet di offerte della Lamezia Multiservizi  per i suoi viaggiatori. Ovviamente ci sono anche quelli che vogliono pagare e sono una buona parte degli studenti, qualche lavoratore, qualche viaggiatore occasionale che lamezia-multiservizisi dirige verso lo scalo aereo o ferroviario, ma poi c’è sempre chi cerca di trovare i sotterfugi. Se sale il controllore riesce sempre a recuperare dai dieci ai quindici biglietti non obliterati. Ma attualmente di controllori se ne vede solo uno, quindi insufficiente a far fronte alla massa di viaggiatori sulle varie linee urbane, sopratutto quelle scolastiche. Cosa succederà quindi lunedì o nei prossimi giorni? Ci sarà il controllore che salterà da una linea all’altra, per cercare di controllare il controllabile e sensibilizzare i giovani viaggiatori ad essere cittadini civili e a pagare il costo parziale del trasporto, perchè il resto lo si paga con le tasse. Oppure si seguirà una nuova strada? C’è una ipotesi abbastanza fondata che su ogni linea o su buona parte delle linee, ci sia un vigilantes di ditta privata che effettui i controlli, per fare in modo che tutti paghino il servizio e magari nel giro di qualche mese consentano un ristoro alle casse asciutte della Lamezia Multiservizi. Non è una cattiva idea, è una forma dovuta, per far sì che la maggior parte dei fruitori paghino il servizio. Magari tra un anno la società sarà in grado di contrarre un mutuo, per mettere a disposizione mezzi più idonei e confortevoli al trasporto urbano.