Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Igor Colombo ( Forza Nuova Calabria ) ai politici lametini: strappiamo le tessere di appartenenza ai partiti e marciamo uniti per salvare la sanità a Lamezia

496 0

La visita del Commissario alla sanità dott.Massimo Scura all’ospedale di Lamezia e le sue dichiarazioni che in pratica non lasciano scampo all’ospedale Giovanni Paolo II, rappresentano l’epilogo scontato di un progetto di smantellamento per la nostra sanità iniziato nel 2007 con la soppressione da parte della Giunta Loiero dell’ Asl e poi proseguito con la riorganizzazione della rete ospedaliera voluta da Scopelliti e Talarico che divideva gli ospedali calabresi in Hub e Spoke, assegnando a quello di Lamezia quest’ultima qualifica.

Sono state tutte respinte dunque le proposte fatte dal Sindaco Paolo Mascaro e dai consiglieri comunali e parlamentari lametini, segno evidente questo che la classe politica lametina ha scarso peso ed autorevolezza; ma di questo non mi sorprendo affatto, altrimenti negli anni non ci saremmo ritrovati con una città ,baricentro della Calabria, abbandonata ai margini e senza alcuno sviluppo sociale ed economico veramente concreto.

La politica lametina è partita senz’altro in ritardo nel chiedere al Commissario alla sanità la trasformazione dell’ospedale da Hub a spoke.

Forza Nuova, all’indomani di quella insana decisione dove si declassava definitivamente il nosocomio lametino, interrogò tutta la classe politica locale, ed in particolare l’allora Presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico, sottolineando a chiare lettere che l’assegnazione di spoke al Giovanni Paolo II avrebbe segnato la morte definitiva dell’ospedale; e purtroppo siamo stati, in male, buoni profeti, vestendo i panni di Cassandra.

Leggo dagli organi di stampa che qualche esponente Pd lametino vuole lanciare una sorta di sciopero generale ed una manifestazione che faccia scendere tutta la città in piazza; ora, fatta salva la buona fede di chi richiede ciò, dico chiaramente che questo atteggiamento è veramente ipocrita e può essere considerato come strumentale, dal momento che chi lo richiede milita in un partito di governo come il Pd che è mandante esecutivo dell’ultimo “liquidatore” per la sanità calabrese e lametina, qual è il Commissario Scura.

Se gli esponenti politici locali sono davvero indignati per come il governo nazionale – attraverso i suoi uomini- sta trattando Lamezia Terme nel contesto sanitario, bene : facciano a dimostrarlo concretamente, strappando le loro tessere di partito e scendendo in piazza con il popolo da semplici cittadini.

Troppo facile stare con due piedi in una scarpa : da un lato sostenere partiti come Pd, Ncd ed Udc e dall’altro far finta di ribellarsi.

Il popolo è stanco di questi trasformismi ed astuti giochi. Nei prossimi giorni noi di Forza Nuova contatteremo tutte quelle forze politiche e del mondo dell’associazionismo che davvero hanno a cuore il bene della città per cercare di trovare una linea comune e condivisa di contrasto a queste inique scelte  che finiscono col depotenziare la sanità costringendo i cittadini lametini a spostarsi a Catanzaro per delle semplici visite, quando invece a Lamezia avremmo strutture, posizione geografica ed ampio bacino d’utenza tale da permetterci tutte le eccellenze possibili che, contrariamente a quanto sostiene Scura, non sarebbero affatto investimenti inutili.

Igor Colombo

Portavoce regionale di “Forza Nuova – Calabria