Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il Consiglio Comunale approva il regolamento di tutela degli animali

,
603 0

Al primo appello rispondono in 14 consiglieri più il Sindaco. È stato, dunque, necessario un secondo appello, fatto dopo un quarto d’ora, quando si è palesato il numero legale di 18 Consiglieri Comunali più il primo cittadino.

La seduta è iniziata con la relazione di Mariolina Tropea, Presidente della Commissione Politiche Sociali, (vista l ‘assenza dell’Assessore all’ambiente Muraca per motivi familiari), sul regolamento di tutela degli animali leggendo per sommi capi i diversi articoli che lo compongono. “Un regolamento che pone la città di Lamezia Terme all’avanguardia in questo settore ” cosi Massimo Cristiano plaude al lavoro svolto dalla Commissione Consiliare, mentre Teresa Benincasa ritiene questo regolamento scoraggiante per chi ha intenzione di prendere in affidamento un cane “disattenderò questo regolamento, poiché non porterò il cane a guinzaglio. Devono essere lasciati liberi”. Nicola Mastroianni, invece, interviene per stimolare la Polizia Municipale ad eseguire gli adeguati controlli in città per garantire il rispetto della normativa vigente e, dunque, anche di tale regolamento. Claudia Geraci, Rifugia Fata, si dice d’accordo con Benincasa e Mastroianni e specifica che il regolamento è una base da cui poter iniziare “siamo molto contenti di questo grosso passo in avanti che si sta facendo questa mattina. Per il randagismo, invece, si deve provvedere attraverso la sterilizzazione”. Sdanganelli, Progetto Lamezia, ritiene il regolamento, cosi come redatto, poco attuativo, adeguato e funzionale, per cui chiede il rinvio del testo alla Commissione. Chirumbolo, Forza Italia, propone l ‘istituzione dello sportello Cane Amico. Emendamento passato con 16 favorevoli 5 contrari ed uno astenuto. Cosi come gli emendamenti presentati dalla Commissione. Il regolamemto, poi, cosi come emendato viene approvato con 19 voti favorevoli 2 astenuti.

Secondo punto all’o.d.g. Sono i chiarimemti che chiede il Consigliere Nicola Mastroianni in merito all’Imu, pubblicità dei tempi e modi dei rimborsi e restituzioni nonché sanzioni per chi ha errato. Sdanganelli richiede il numero legale che viene a mancare (solo 14 presenti) e non c’è nemmeno nella seconda chiama (i presenti diminuiscono a 13) avvenuta dopo 15 minuti. Riunione consiliare sciolta per cui nessuna risposta al Consigliere Mastroianni.